Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 24 Febbraio |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Pietro, l’uomo trasformato da Gesù

WEB2-Saint-Peters-Statue-Antoine-Mekary-ALETEIA-AM_6678.jpg

Antoine Mekary | ALETEIA

Mário Scandiuzzi - pubblicato il 13/07/21

Come l'apostolo, abbiamo i nostri difetti e i nostri limiti, ma possiamo realizzare il progetto di Dio se ci mettiamo nelle Sue mani

Mi piace leggere e rileggere i passi del Vangelo che mostrano Pietro accanto a Gesù. Immagino la scena: il semplice pescatore che si è lasciato tutto indietro in nome dell’amore di Dio.

In questi passi possiamo vedere una persona comune, piena di difetti e qualità, molto simile a ciascuno di noi.

Pietro è stato chiamato ad essere pescatore di uomini. Ha assunto la missione affidatagli da Cristo.

Ma non è stato facile. Ha avuto momenti di debolezza, quando ha voluto camminare sulle acque verso Gesù. Quando ha sentito i forti venti ha avuto paura e ha cominciato ad affondare. È stato salvato da Gesù, che lo ha preso per mano (Matteo 14, 22-33).

Pietro voleva anche sapere da Gesù quante volte doveva perdonare il fratello che peccava, e ha proposto un limite (fino a sette volte), ma ha imparato che per l’amore di Dio avrebbe dovuto perdonare fino a settanta volte sette (Matteo 18, 21-22).

Ha accompagnato Gesù varie volte, quando il Maestro si allontavana per pregare, e sul Monte Tabor ha visto la Gloria del Figlio di Dio (Matteo 17, 1-13).

Quando Gesù è stato arrestato, Pietro ha usato la spada e ha tagliato l’orecchio a una delle guardie (Giovanni 18, 1-11). E poco dopo, quando Gesù era con i sommi sacerdoti, ha negato tre volte di conoscerlo (Luca 22, 54-62).

Gesà sapeva di poter contare su Pietro.

Nonostante tutte queste situazioni, Gesù sapeva che avrebbe potuto contare su di lui per instaurare il Regno di Dio, tanto che ha dichiarato che quell’umile pescatore sarebbe stato la roccia sulla quale avrebbe edificato la Sua Chiesa.

Pietro non è stato scelto perché era un uomo perfetto, senza difetti. È stato scelto perché ha amato. Ha saputo riconoscere Gesù come Figlio del Dio Vivo.

Siamo tutti invitati da Dio a vivere questo amore e questa missione assunta da Pietro, che è quella di portare gli insegnamenti del Creatore a tutte le Nazioni.

Come l’apostolo, anche noi abbiamo i nostri difetti e i nostri limiti, ma possiamo realizzare il progetto di Dio se ci mettiamo nelle Sue mani, se ci consegniamo al Suo amore e confidiamo nel fatto Egli agirà attraverso ciascuno di noi.

Tags:
gesù cristosan pietro
Top 10
See More