Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 24 Luglio |
San Charbel
home iconNews
line break icon

Raggiunge Rho la statua della Madonna profanata dall’Isis

Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS)

Lucandrea Massaro - pubblicato il 08/07/21

Prosegue il pellegrinaggio dell'immagine della Vergine al fine di raccogliere soldi per un asilo in Iraq

La città di Batnaya è stata occupata per due anni, dal 2014 al 2016 dall’esercito dell’Isis, in quel periodo di saccheggio e terrore, oltre ai morti anche lo sfregio dei luoghi di culto e delle immagini, in particolare quella della Madonna.

Ora però i cristiani stanno tornando a Batnaya ma c’è tanto da fare e da ricostruire, e le condizioni sono difficilissime, ecco perché la fondazione Aiuto alla Chiesa che Soffre, si sta impegnando a far conoscere questa storia, portando in pellegrinaggio la statua offesa della Vergine per far capire ai cristiani occidentali la difficile condizione dei loro fratelli nel Kurdistan iracheno e non solo. In particolare c’è una raccolta di fondi che coinvolge un asilo affidato alle religiose di S. Caterina da Siena è stato costruito nel 2010 e prima dell’aggressione degli estremisti islamici contava 124 iscritti. Il piano terra ospitava un’aula, la cucina, l’ufficio, la sala da pranzo e un salone. Il primo piano, composto da tre aule e un salone, veniva utilizzato in inverno come area giochi. La struttura è stata bombardata e completamente distrutta.

L’obbiettivo della campagna è “ricostruire una struttura di 450 mq su due piani destinata ad accogliere bambini in età prescolare, ai quali sarà assicurata anche la prima formazione cristiana. Lavori edili e funzioni amministrative verranno svolti da quanti stanno rientrando a Batnaya dopo l’esodo. Sarà così assicurata la piena partecipazione di tutta la comunità”. E’ possibile donare da questo link.

Tags:
aiuto alla chiesa che soffrecristiani perseguitati in iraq
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
3
MEDJUGORJE
Gelsomino Del Guercio
L’inviato del Papa: l’applauso dopo l’Adorazion...
4
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
7
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni