Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Ottobre |
San Paolo della Croce
Aleteia logo
home iconArte e Viaggi
line break icon

Immensa cattedrale medievale scoperta in Sudan

cathédrale du soudan

© PCMA UW/Mateusz Rekłajtis

Ricercatori polacchi documentano il ritrovamento di una grande cattedrale medievale in Africa, nel settentrione del Sudan

Caroline Becker - pubblicato il 08/07/21

Degli archeologi polacchi hanno fatto una scoperta decisamente eccezionale: è stata da poco ritrovata in Sudan, nei pressi delle rive del Nilo, una cattedrale medievale! Un santuario di grandi dimensioni che consolida le conoscenze sulla cristianizzazione della zona già a partire dal VI secolo.

È una scoperta rara, quella che degli archeologi polacchi hanno fatto nell’antica Dongola a nord del Sudan. Le fondamenta di un’immensa cattedrale cristiana, costruita in epoca medievale nel regno di Dongola, sono state riesumate dalle sabbie. Fondato nel V secolo, il regno di Dongola – appartenente alla Nubia cristiana – ha conosciuto un rapidissimo sviluppo grazie ai suoi prosperi commerci. Sfruttamento di miniere e oasi, controllo delle vie di comunicazione… il regno di Dongola, anche noto come Makuria, ha beneficiato di un collocamento ideale sulle rive del Nilo. 

La conversione del regno al cristianesimo sembra attestata fin dal VI secolo grazie all’arrivo di missionari provenienti dall’Anatolia (la famosa “Asia Minore”, cioè l’attuale Turchia). Almeno questo è quanto ritengono i ricercatori dell’Università di Varsavia, i quali nel 2018 avevano già ritrovato una chiesa e un monastero durante scavi precedenti. La scoperta della vasta cattedrale, occorsa nel maggio 2021, sembra dunque ben comporsi con le notizie di una cristianizzazione del luogo a partire dal VI secolo, prima che le crescenti aggressioni da parte dell’Egitto musulmano provocassero la caduta del regno. 

Un santuario di grandi dimensioni 

Le dimensioni della cattedrale, incredibilmente grande, lasciano pensare che si trattasse di un importante santuario: sembrerebbe che l’edificio fosse cinque volte più grande della cattedrale trovata negli anni ’60 del XX secolo nella città di Faras, situata più a sud. È in quest’ultima che furono trovati alcuni magnifici affreschi cristiani, alcuni dei quali sono oggi conservati a Varsavia: vi si possono ammirare delle rappresentazioni di san Michele arcangelo, di sant’Anna, la madre della Vergine (nella sorprendente attitudine di invitare al silenzio), o ancora una rappresentazione della natività. 

Ricostruzione 3D della cattedrale a cura del Centro polacco di archeologia mediterranea dell’Università di Varsavia

La scoperta di una tomba all’interno della cattedrale di Dongola – probabilmente di uno dei primi vescovi – conferma che certamente si trattava di un grande santuario. Grazie a una ricostruzione 3D, i ricercatori si sono spinti a supporre che l’edificio si sviluppasse su tre livelli e che possedesse almeno una cupola. Anche muri affrescati – realizzati tra il X e l’XI secolo – sono stati riportati alla luce durante gli scavi: rappresentano delle persone allineate, forse degli apostoli. Gli scavi proseguiranno fino al 2023 e permetteranno di datare con maggiore precisione la costruzione della cattedrale e di accrescere maggiormente le conoscenze sulle comunità cristiane medievali d’Africa, le cui vestigia permangono rare. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio] 

Tags:
africaarcheologiaevangelizzazionemedioevo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
6
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni