Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 24 Luglio |
San Charbel
home iconSpiritualità
line break icon

La tradizione di andare a confessarsi prima della Messa è iniziata nel I secolo

CONFESSIONAL

Fondazione Cariplo | CC BY SA 3.0

Philip Kosloski - pubblicato il 03/07/21

La Didachè insegna chiaramente che chiunque desideri ricevere la Comunione deve prima confessarsi

La celebrazione della Messa è iniziata con l’Ultima Cena ed è stata portata avanti dai primi discepoli di Gesù. Lo “spezzare il pane” si ritrova in varie lettere del Nuovo Testamento, ma anche in un antico documento chiamato Didachè.

La Didachè è un’antica raccolta di scritti che la maggior parte degli studiosi fa risalire al I secolo. Alcuni hanno anche affermato che può essere del 48 d.C., basandosi sul fatto che potrebbe essere stata scritta prima del Concilio di Gerusalemme.

La Didachè spiega vari aspetti della celebrazione originaria della Messa, come i requisiti per ricevere la Santa Comunione:

“Nel giorno del Signore, riuniti, spezzate il pane e rendete grazie dopo aver confessato i vostri peccati, affinché il vostrosacrificio sia puro. Ma tutti quelli che hanno qualche discordia con il loro compagno, non si uniscano a voi prima di essersi riconciliati, affinché il vostro sacrificio non sia profanato. Questo è infatti il sacrificio di cui il Signore ha detto: “In ogni luogo e in ogni tempo offritemi un sacrificio puro, perché un re grande sono io – dice il Signore – e mirabile è il mio nome fra le genti””.

Da questo passo è chiaro che la confessione dei peccati era una parte essenziale del fatto di partecipare alla Messa e di ricevere la santa Comunione.

Confessione dei peccati gravi

La Chiesa cattolica ha mantenuto questa posizione, spiegando che è solo il peccato grave che ci impedisce di ricevere la Comunione:

“Colui che è consapevole di essere in peccato grave, non celebri la Messa né comunichi al Corpo del Signore senza premettere la confessione sacramentale, a meno che non vi sia una ragione grave e manchi l’opportunità di confessarsi; nel qual caso si ricordi di porre un atto di contrizione perfetta, che include il proposito di confessarsi quanto prima”.
CCC, 916

Non c’è bisogno di confessare i peccati veniali prima della Comunione.

I primi cristiani sapevano che prima di unirci a Dio nella santa Comunione dobbiamo riconciliarci con Lui.

Tags:
confessioneMessa
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
3
MEDJUGORJE
Gelsomino Del Guercio
L’inviato del Papa: l’applauso dopo l’Adorazion...
4
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
7
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni