Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 01 Marzo |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Quando sentite un’ambulanza, recitate una preghiera, chiede un cardinale

SAMU-EMERGENCY-FRANCE-A000_Par3015670.jpg

LOIC VENANCE / AFP

Francisco Vêneto - pubblicato il 02/07/21 - aggiornato il 23/11/22

Quando c'è un segno del fatto che qualcuno ha bisogno di aiuto, recitare una preghiera è un gesto d'amore e di carità nei confronti di quella persona

Il cardinale Timothy Dolan, arcivescovo di New York, esorta a recitare una preghiera ogni volta che si sente un’ambulanza.

Il porporato ha dato questo consiglio riferendosi ai casi in cui si sentono passare camion dei pompieri, macchine della polizia o cortei funebri, perché si tratta di situazioni che rimandano a persone che hanno bisogno di solidarietà e aiuto, anche spirituale.

Il cardinale ha rivolto la sua richiesta in un breve video che ha condiviso sulle reti sociali il 28 giugno, in cui ha commentato che questi semplici gesti di pietà sono in genere insegnati da genitori, nonni o altri familiari.

“Se sentite una sirena, che sia di un camion dei pompieri, di un’ambulanza o di una macchina della polizia, recitate una breve preghiera, perché qualcuno, in qualche luogo, ha un problema. Se sentite un’ambulanza, pregate per i malati. Se sentite una macchina della polizia, pregate perché forse si sta svolgendo un atto violento. Quando sentite il camion dei pompieri, pregate perché la casa di qualcuno potrebbe andare a fuoco. Queste cose ci esortano a recitare una preghiera per amore e in segno di carità nei confronti degli altri”.

Il riposo eterno per i defunti

Il cardinale Dolan ha anche parlato dell’antico costume di recitare una preghiera quando suonano le campane di una chiesa, soprattutto quando annunciano la morte di qualcuno, e ha raccontato cos’accadeva quando era piccolo quando gli allievi sentivano le campane a scuola:

“Non sapevamo chi era il parrocchiano che stavano seppellendo, ma quando sentivamo le campane i professori dicevano: ‘Bambini, alziamoci e diciamo insieme: ‘L’eterno riposo donagli, Signore, e splenda a lui la luce perpetua. Riposi in pace. Amen’”.

La stessa preghiera può essere recitata quando vediamo passare un corteo funebre o passiamo vicino a un cimitero.

“Abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile nella nostra vita spirituale”, ha aggiunto il cardinale. “San Paolo dice che l’uomo giusto prega sette volte al giorno”.

Tags:
cardinalepreghiera
Top 10
See More