Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 26 Settembre |
Santi Cosma e Damiano
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

Da single devo ricordarmi che Qualcuno già mi ama

YOUNG GIRL,

Jose AS Reyes | Shutterstock

Martha, Mary and Me - pubblicato il 18/06/21

Vorrei guardare la persona che sarà "quella" (se mai sarà) con gli occhi con cui Dio mi guarda da sempre: quelli di chi ama senza aspettarsi nulla. Perché noi single non siamo dei "rimasti": siamo dei già amati.

Mi risulta che anche Flynn Rider ricevette una sonora padellata quella volta che sfoggiò il suo famoso “sguardo che conquista” (riferimento al cartone animato Disney “Rapunzel” NdR.). Che poi la tipa era quella giusta quindi la strategia avrebbe dovuto funzionare e invece… Quello sguardo lo conosciamo bene noi single, soprattutto quelli che come me hanno superato la soglia dei 25, dopo la quale devi cominciare a fare sul serio che ogni lasciata è persa e senti perennemente il tic tac del coccodrillo e tu sei Capitan Uncino, per intenderci.

Come ragazza single mi sento “sospesa” e in attesa

La verità è che è dura essere quella/o “rimasta/o”: perché dietro alle definizioni come single o sposato con me stesso, in realtà ci sono io, che mi sento solo “sospesa” e in attesa di un “finalmente” che non si decide ad arrivare. 

La vita vera resta in pausa

Ed è come se la vita vera fosse in pausa fin quando non arriva quel fatidico momento che fa valere la pena mentre prima è solo ansia che ogni incontro possa essere quello giusto, ogni uscita, ogni serata, ogni sguardo che conquista lanciato da un tavolo all’altro.

Lo sguardo che da single non vorrei avere

Sarebbe bello invece vedere gli altri non solo come occasioni perse o da cogliere e basta. Sarebbe bello non mettere in stand by la vita fino a quando… Pensare che ogni serata sia “quella buona” per incontrare “quello/a giusta”, dare al tempo un certo senso di utilità e poter andare a dormire dicendo a te stessa “però anche oggi ce l’ho messa tutta, eh”. Lo so, ti fa sentire a posto: come se dipendesse da te, da quello che dici o che fai (certo, se non ti strafoghi al tavolo dei frittini è sempre meglio, eh), da quanto ti dai da fare a scandagliare questo mondo seppur con la fiducia che “le tue vie non sono le mie vie” anche se, perdonami Dio, ma qui sembra che Google Maps sia proprio impazzito.

Sono una ragazza single ma Qualcuno già mi ama

Sarebbe bello non sentirsi solo “in attesa” come coi centralini che mettono quelle odiose musichette a ripetizione (che ci sarà un girone infernale apposta per chi le sceglie), ma mentre aspetti che arrivi l’operatore, ricordarsi invece che qualcuno già ci ama. Esattamente ora ed esattamente così. E sono stanca di guardare e di essere guardata per quello che potrei essere o potrei dare, di essere vista come una probabilità, un caso da soppesare tenendo conto che tic tac, il tempo scorre e non si può nemmeno più essere troppo esigenti.

Guardarci con gli occhi di Dio

Sarebbe bello trovare il proprio Flynn o la propria Rapunzel e guardarli e guardarci con gli occhi di Dio, perché non siamo dei “rimasti”: siamo dei già amati. Per non rischiare di prendere una padellata in testa (o peggio ancora un abbaio da ansia da prestazione!) vorrei guardare la persona che sarà “quella” (se mai sarà) con gli occhi con cui Lui mi guarda da sempre: quelli di chi ama senza aspettarsi nulla, senza calcolo dei ritorni e delle probabilità. 

Quello sguardo lo devo a tutti e, prima di ogni altra cosa, lo devo a me stessa. E comunque, Rapunzel insegna: sempre meglio averla quella padella a portata di mano!

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA MARTHA MARY AND ME

Tags:
amore di diosingle
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni