Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 24 Luglio |
San Charbel
home iconChiesa
line break icon

Accesso ai vaccini, i gesuiti: ora brevetti liberi, c’è una catastrofe in corso

BOLIVIA

@SaludDeportesBo

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 17/06/21

Dura presa di posizione de La Civiltà Cattolica contro le multinazionali farmaceutiche. "Mentre in Italia ci concediamo il lusso di dibattere se sia opportuno o no farlo, solo l'8% della popolazione mondiale ha ricevuto almeno una dose di uno qualsiasi tra i vaccini disponibili"

Liberalizzare i brevetti dei vaccini anti Covid. Fare in modo che siano accessibili a tutta la popolazione mondiale e non solo a Stati Uniti, Europa, e pochi “eletti”. I gesuiti alzano la voce contro le difficoltà a reperire vaccini degli Stati più poveri. Un problema di cui si ne parla troppo poco. L’autorevole rivista La Civiltà Cattolica, in un editoriale del padre gesuita Fernando de la Iglesia Viguiristi S.I., evidenzia: 

Mentre in Italia ci concediamo il lusso di dibattere se sia opportuno o no farlo, solo l’8% della popolazione mondiale ha ricevuto almeno una dose di uno qualsiasi tra i vaccini disponibili. Mentre abbiamo speso miliardi in denaro pubblico per sviluppare a tempo record dei rimedi contro il Covid, la pandemia dovrebbe averci insegnato che tutti gli abitanti della Terra sono interconnessi. 

Eppure siamo di fronte a evidenti disuguaglianze nella distribuzione dei vaccini nel mondo: un rischio concreto per ciascuno di noi. Bisogna dare accesso universale gratuito ai vaccini contro il Covid. 

COVID

Da chi sono stati finanziati i vaccini?

La Civiltà Cattolica fa notare che l’intera produzione di Moderna e più del 96% di quella di Pfizer BioNTech sono state acquistate da Paesi sviluppati, e la distribuzione del vaccino di AstraZeneca è andata prevalentemente all’Europa.

La produzione di vaccini è stata limitata dal rifiuto delle case farmaceutiche di condividere conoscenze e tecnologia. Nonostante esse abbiano incassato importanti sussidi pubblici per la ricerca. Secondo la piattaforma multimediale per la comunità di sviluppo globale, 37.700 milioni di dollari alla ricerca, allo sviluppo, alla distribuzione e all’applicazione di vaccini.

Mentre il settore privato vi ha investito un quarto di quell’ammontare: 9.500 milioni. Questo fa comprendere anche la rapida realizzazione dei vaccini stessi. 

Chi è a favore e chi contro il “brevetto libero”

La rivista dei gesuiti sottolinea il pressing del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, per ottenere la sospensione dei diritti di proprietà intellettuale (Dpi) sulla produzione dei vaccini. Contro la linea adottata da Biden, si schierano intellettuali e alcuni governi, secondo cui i costi sono troppo alti per consentirne l’accesso ai Paesi più poveri. 

I critici del “brevetto libero” ritengono che i governi debbano finanziare direttamente tutta l’innovazione e ricevere i prodotti al costo di fabbricazione. Il punto chiave, tuttavia, è la tesi dice La Civiltà Cattolica, è che il pagamento dei costi di ricerca e sviluppo è distinto dalla somministrazione dei prodotti. 

Il recupero dei costi di ricerca e sviluppo

Pertanto i brevetti, secondo i gesuiti, non dovrebbero significare prezzi universalmente alti. Dovremmo aspettarci prezzi diversificati o scaglionati. I costi di ricerca e sviluppo si recuperano dai Paesi più ricchi che pagano prezzi più alti in base alla considerazione della salute dei loro cittadini. I Paesi più poveri ottengono prezzi prossimi o uguali ai costi di fabbricazione.

In definitiva, la posizione del polo farmaceutico è chiara, ma la realtà è un’altra cosa. E l’accesso universali ai vaccini è palesemente frenato dalle loro posizioni di oligopolio.

VENEZUELA

Nel mezzo di una catastrofe

Ci troviamo in mezzo a una catastrofe, conclude l’analisi de La Civiltà Cattolica, e sarebbe una sventura per tutti se la Ue e gli Usa non fossero all’altezza della situazione e non si adoperassero per risolverla al meglio. Non è sostenibile, da nessun punto di vista, che non si favorisca una vaccinazione universale. 

Tags:
Tutto sui vaccini anti COVID-19
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
3
MEDJUGORJE
Gelsomino Del Guercio
L’inviato del Papa: l’applauso dopo l’Adorazion...
4
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
7
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni