Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 05 Agosto |
Sant'Oswaldo di Northumbria
home iconCultura
line break icon

Il corto con cui ho capito che nella battaglia contro il peccato non siamo soli

yesHEis Latin America

frame of short film "Se Busca"

Catholic Link - pubblicato il 11/06/21

Che fare quando le riserve si esauriscono?

Quasi senza riserve d’acqua e di cibo, nel ghiaccio e con un piede rotto tutto può peggiorare. Ricomincia a nevicare, e si avvicina una tormenta.

Alla fine quest’uomo trova un ruscello e può bere e riempire la sua borraccia. Ma noi, da dove traiamo le forze per resistere nelle battaglie?

— Primo: dalla santa Eucaristia e dall’adorazione del Santissimo. In Lui troviamo fonti di acqua viva, consolazione e diletto per la nostra anima, di modo che quando verranno tenebre e aridità avremo dove nutrirci.

— Secondo: la preghiera costante, come modo per trattare amichevolmente Dio e mettere tutto nelle Sue mani provvidenti, ponendo alla Sua presenza anche le nostre miserie.

— Terzo: le Sacre Scritture. Lì è Dio stesso che ci parla al cuore, e ogni parola che vi è scritta porta il sigillo dello Spirito Santo, che è amore del Padre e del Figlio.

La Sacra Scrittura è una fonte inesauribile a cui possiamo alimentarci giorno dopo giorno. Sono i ruscelli che il Signore ci offre per non lasciarci morire.

Guardando il video con attenzione, vedrete che l’uomo beve acqua e mangia un lombrico o qualcosa di molto piccolo. Si sente esausto e non ha recuperato le forze, quando da lontano si sente ululare un lupo.

Questo ci ricorda che il nemico è sempre in agguato, e non vuole che rimaniamo vivi.

Dobbiamo essere coraggiosi per affrontare il peccato

Quando quest’uomo esausto riprende il cammino trova un animale, e quindi se ne ciba e custodisce la pelle per proteggersi.

È una piccola sosta in questa fredda battaglia a morte, finché non si scontra faccia a faccia con un lupo. Anche noi un giorno ci ritroviamo faccia a faccia con il nostro peccato, davanti al nemico.

Sappiamo che gira come un leone ruggente cercando chi divorare (1 Pt 5, 8). Stavolta non possiamo fare nulla, siamo consapevoli del fatto che le nostre forze sono limitate e da soli non ce la facciamo.

In questa fuga sfrenata si verifica uno scontro – per il protagonista contro un albero, che nella nostra vita si traduce in ostacoli e fallimenti, e ci sono confusione, dolore, delusione.

Ma non siamo soli in questa battaglia contro il male!

Quando alla fine ci svegliamo e siamo capaci di aprire gli occhi e il cuore, vediamo che c’è qualcuno al nostro fianco. È un vecchio amico, di cui distinguiamo appena la silhouette.

Essendo confusi vogliamo fuggire o attaccare, e l’uomo della storia voleva attaccare l’anziano con un pugnale. In pochi secondi, però, vede il fuoco, il cibo, nota la cura dell’anziano nei suoi confronti.

È stato questo anziano a lasciare l’animale perché si nutrisse e si coprisse, a mettere in fuga il lupo con il fuoco e a portarlo in un luogo sicuro.

In quella frazione di secondo in cui apriamo gli occhi possiamo vedere che Egli ci ha amati per primo. Quando cercavamo di curarci con i rami, le Sue ferite ci avevano già curato (1 Pt 2, 24).

Dio non ci lascia soli. Invia il fuoco del Suo spirito che ci difende fino alla fine perché giungiamo in vita alla meta finale del cammino e Lo abbracciamo.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
cortometraggiodiopeccato
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
DEVIL, 2020, ADVERTISING
Gelsomino Del Guercio
Il potere malefico degli angeli cattivi: fin dove può arrivare il...
4
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
5
CARLO ACUTIS
Violeta Tejera
La prima vetrata che ritrae Carlo Acutis in jeans e scarpe da gin...
6
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
7
DOCTOR
Vanderlei de Lima
La sofferenza è una punizione di Dio?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni