Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 16 Giugno |
Santi Quirico e Giulitta
home iconStile di vita
line break icon

Una nuova iniziativa cerca di confortare chi ha perso una persona cara a causa del suicidio

Jaromir Chalabala / Shutterstock

Lindsay Schlegel - pubblicato il 10/06/21

“Marc with Hope” diffonde il messaggio dell'insegnamento della Chiesa sulla misericordia dopo un suicidio assistendo le famiglie

La teologia cattolica non rifugge le possibilità di redenzione della sofferenza e della morte, tuttavia anche tra i fedeli il suicidio è qualcosa di cui si parla sussurrando. Maria Cecilia Escobedo, ideatrice diNo One Dies Alonee fondatrice della nuova iniziativa Marc with Hope, cerca di cambiare questa realtà diffondendo “il messaggio dell’insegnamento della Chiesa di misericordia dopo il suicidio con un ‘pacchetto di assistenza’ per portare alle famiglie che hanno perso una persona cara speranza e guarigione”.

Il Marc da cui prende il nome l’iniziativa è Marc Massery, che ha iniziato a lavorare con i Marian Helpers Center nel 2017. Il suo lavoro includeva l’iniziativa Discovering the Diary, meditazioni settimanali sulle Scritture e contributi alla rivista Marian Helper.

Maria ha conosciuto Marc per via del loro apprezzamento condiviso dell’effetto profondo della misericordia di Dio su un’anima. Lui l’ha contattata dopo aver letto un resoconto sul ministero di Maria per promuovere la recita della Coroncina della Divina Misericordia. Attraverso una serie di telefonate e uno scambio di e-mail, Marc ha saputo dell’esperienza del 2016 di Maria con una Porta della Misericordia, che secondo Maria ha rappresentato “una splendida storia nel mio viaggio di santità”. Quell’articolo è stato reso noto lo stesso giorno in cui è stata resa pubblica la causa della morte di Marc.

Maria ricorda Marc come incoraggiante, compassionevole e generoso. “Aveva il dono di esemplificare la misericordia di Dio per noi in modi che hanno un impatto duraturo su un’anima”. Essendo l’ispirazione di Marc with Hope, “sta ancora diffondendo il messaggio della misericordia di Dio a chi soffre”.

Il messaggio della misericordia di Dio può essere difficile da condividere con chi piange una persona cara persa per suicidio. Marc with Hope esiste per offrire risorse ai familiari e agli amici in lutto. Ogni “pacchetto di assistenza” include una copia di After Suicide: There’s Hope for Them and for You, di p. Chris Alar, MIC, e Jason Lewis, MIC; un opuscolo sulla recita della Coroncina della Divina Misericordia, un Rosario della Divina Misericordia, una cartolina con una preghiera per i suicidi, un’immagine di No One Dies Alone e un’intenzione della Messa in nome dell’anima del defunto.

Maria ha spiegato che i pacchetti possono essere ordinati per uso personale o per essere inviati a un familiare, a un amico o perfino a un estraneo che ha bisogno del messaggio della misericordia, e incoraggia le parrocchie a ordinare dei pacchetti da avere a portata di mano da offrire ai parrocchiani o a raccomandarli ad altri come risorse. C’è anche la possibilità di invitare un oratore di Marc with Hope. Clero e laici possono condividere informazioni sulla recita della Coroncina alla Divina Misericordia – un atto di misericordia semplice ma forte per chi sta soffrendo.

In un articolo sulla morte di Marc sul sito web della Divina Misericordia, Chris Sparks, senior book editor dei Padri Maristi, scrive: “A chi piange qualcuno morto per suicidio: sappiate che c’è speranza per la sua salvezza, visto che anche se il suicidio è un atto profondamente sbagliato, un fallimento del giusto amore per se stessi, e infligge un dolore terribile a tutti coloro che ci si lascia indietro, è anche raramente l’atto di una persona con una piena libertà di volontà o una piena conoscenza della gravità delle conseguenze di quell’atto”. È stato il caso di Marc, che soffriva da anni di una forma cronica della malattia di Lyme.

Maria descrive Marc come un’“anima gentile” che anche se lo ha conosciuto solo per poco “ha avuto un impatto” sulla sua vita. Attraverso questa nuova iniziativa, spera che questo impatto arrivi anche a chi ne ha bisogno negli anni a venire.

Tags:
divina misericordiamisericordia di Diosuicidio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
ANDREA BOCELLI FATIMA
Paola Belletti
Andrea Bocelli a Fatima: “Maria è il percorso obbligatorio ...
6
POWELL BROTHERS
Sarah Robsdotter
Il video di un bambino che canta al fratellino Down diventa viral...
7
Aleteia
Chi sorride così al momento della morte?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni