Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 25 Settembre |
San Cleopa
home iconChiesa
line break icon

3 infermiere della Croce Rossa beatificate come martiri

Red Cross nurse

Happy Max | Shutterstock

Larry Peterson - pubblicato il 04/06/21

Il Papa loda queste laiche coraggiose che hanno scelto di rischiare per essere buone samaritane

Era il 1936, e la Guerra Civile imperversava in Spagna. Il clero e altri cattolici attivi erano uno dei bersagli principali della milizia. Tre giovani infermiere vennero scambiate per suore e fatte prigioniere dai soldati ribelli. Si chiamavano María Pilar Gullón Yturriaga, di 25 anni, Octavia Iglesias Blanco, di 42, e Olga Pérez-Monteserin Núñez, di 23.  

Le donne, che erano di fatto cattoliche, erano andate ad aiutare e a curare i malati e i morenti, indipendentemente dalla fazione a cui appartenevano. Ispirate dal loro amore per Gesù e per l’umanità, stavano semplicemente seguendo la Sua via, dimostrando l’amore e la gentilezza insegnate da Gesù. Anche se non erano suore, amavano profondamente la loro fede e non l’avrebbero rinnegata.

La mattina del 27 ottobre 1936, il loro centro sanitario venne attaccato. Le infermiere avevano l’opportunità di fuggire, ma non volevano lasciare i loro pazienti. Gli assalitori spararono ai pazienti e catturarono il personale sanitario.

Le tre infermiere vennero picchiate, stuprate, torturate e trattate nei modi più degradanti che si possano immaginare. Questo trattamento crudele si protrasse per tutta la notte, mentre la milizia cercava di far sì che le infermiere rinunciassero alla loro fede, ma invano.

Anche se i torturatori esigevano che rinunciassero alla fede cattolica, le tre donne mostrarono un enorme coraggio e ripeterono “Viva Cristo Rey”.

A mezzogiorno del 28 ottobre vennero fatte marciare nude fino a uno spiazzo erboso, dove vennero uccise a colpi di arma da fuoco da membri femminili della milizia (che si spartirono poi i loro abiti). I loro corpi vennero gettati in una fossa comune, mentre i presenti si prendevano gioco di loro. La Chiesa riconosce che sono morte in odio alla fede.

  • María Pilar Gullón Yturriaga era nata il 29 maggio 1911 a Madrid. I suoi genitori erano devoti cattolici, e lei entrò nell’Azione Cattolica e nelle Figlie di Maria ad Astorga. Insegnò catechismo e lavorò con poveri e malati, ma la sua chiamata era alla professione infermieristica, divenne un’infermiera della Croce Rossa e finì in prima linea durante la Guerra Civile spagnola. Venne catturata dai miliziani e morì il 28 ottobre 1936.
  • Octavia Iglesias Blanco era nata il 30 novembre 1894 ad Astorga. A 42 anni era la più anziana delle tre donne, e cercò di fare del suo meglio per fungere da “sorella maggiore” delle altre mentre venivano picchiate e violentate. Morirono tutte insieme, “in odium fidei”, non cedendo mai al male che veniva inflitto loro.
  • Olga Pérez-Monteserin Núñez era nata il 16 marzo 1913 a Parigi, in Francia. A sette anni si era trasferita ad Astorga con i suoi genitori. A 23 anni era la “piccola” del gruppo, ma era altrettanto determinata e dedita ad aiutare malati, feriti e morenti. Quando si offrì per il servizio al quartier generale della Croce Rossa venne assegnata al fronte, come María Pilar e Octavia.

  • 1
  • 2
Tags:
guerra civile spagnolasanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
5
Gelsomino Del Guercio
Scandalo droga e festini gay con il prete: mea culpa del vescovo ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni