Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconStile di vita
line break icon

Quali sono i nostri diritti quando la morte è ormai vicina?

PATIENT IN HOSPITAL BED

Sfam_Photo | Shutterstock

Patricia Navas - pubblicato il 01/06/21

4 chiavi per orientarsi nella fase finale della vita

I politici dibattono in vari paesi sull’eutanasia, e propongono leggi che modificherebbero i diritti dei malati terminali.

Le persone che sono ormai al momento finale della loro vita possono aver bisogno di molti trattamenti medici, che a volte potrebbero risultare sproporzionati.

Come garantire che tutti possano morire con dignità e allo stesso tempo ricevano il massimo rispetto che meritano come persone?

I vescovi spagnoli hanno offerto alcune risposte nel documento Sembradores de esperanza. Acoger, proteger y acompañar en la etapa final de esta vida (Seminatori di speranza. Accogliere, proteggere e accompagnare nella tappa finale di questa vita), presentato nel dicembre 2019:

Morire con dignità significa morire senza dolore o altri sintomi mal controllati; nel momento naturale, senza che la vita venga abbreviata o prolungata in modo superfluo; circondati dall’affetto della famiglia e degli amici; con la possibilità di essere stati informati adeguatamente, scegliendo, se è possibile, il luogo (ospedale o domicilio) e partecipando a tutte le decisioni importanti che riguardano la persona; morire con l’aiuto spirituale necessario”.

Il diritto di “morire con dignità” include il diritto della persona di:

non soffrire inutilmente;

veder rispettata la libertà di coscienza;

conoscere la verità della propria situazione;

partecipare alle decisioni circa gli interventi a cui si deve sottoporre;

mantenere un dialogo fiducioso con medici, familiari, amici e persone degli ambienti in cui ha sviluppato la propria vita;

rispetto della sua privacy e presenza e rapporto con i familiari;

risolvere le questioni che ritiene fondamentali per la sua vita;

ricevere assistenza spirituale”.

Nel documento si offrono 4 chiavi per orientarsi nella fase finale della vita:

1 La vita umana è sacra, e soprattutto quando c’è una malattia o la morte è vicina

“Nella loro natura ultima, il dolore e la morte racchiudono il mistero dell’essere umano, come anche il mistero della libertà e dell’amore, che sono realtà vive e intime, pur se intangibili, e che non trovano una spiegazione sufficiente nella fisica o nella chimica.

Il dolore e la morte non sono criteri adeguati per misurare la dignità umana, perché questa è propria di ogni essere umano semplicemente per il fatto di esserlo”.

“La vita umana non è solo un bene personale, ma anche un bene sociale, un bene per gli altri, e quindi attentare contro la vita influisce anche sulla giustizia dovuta agli altri”.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
fine vita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni