Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconChiesa
line break icon

Il Papa il 31 maggio chiederà alla Madonna di sciogliere cinque nodi

ROSARY

Antoine Mekary/ALETEIA (composition)

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 28/05/21

Ultimo giorno della maratona del rosario del mese mariano voluta da Papa Francesco: si pregherà davanti ad un’icona tedesca della Vergine dall’alto valore simbolico

Il prossimo lunedì 31 maggio Papa Francesco concluderà il mese di preghiera per invocare la fine della pandemia e la ripresa delle attività lavorative e sociali, recitando il rosario nei Giardini Vaticani, alle ore 17:45. 

Il Papa aveva aperto il mese di maggio con una preghiera dinanzi all’icona della Madonna del Soccorso nella Basilica di San Pietro. Dopodiché, trenta Santuari nel mondo si sono succeduti nella “maratona” di preghiera di consolazione e speranza. L’iniziativa, per espresso desiderio del Santo Padre, è organizzata dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione. 

Il rosario seguito da milioni di persone

Durante questo mese di preghiera del rosario sono arrivate moltissime testimonianze di grande coinvolgimento da ogni parte del mondo, sia di tanti Santuari, sia di Parrocchie e Associazioni, coinvolgendo il popolo e i Vescovi locali.

L’iniziativa è stata molto apprezzata per la sua semplicità e al contempo per il profondo senso di comunione con la Chiesa e con Papa Francesco. Seguendo le dirette attraverso i mezzi di comunicazione è stato possibile per milioni di persone pregare ogni giorno il rosario. 

La Madonna che scioglie i nodi

Come segno conclusivo Papa Francesco ha voluto rivolgere la preghiera del rosario a una immagine della Madonna verso la quale è molto devoto: la Vergine Maria che scioglie i nodi. L’icona che ritrae questa particolare rappresentazione della Vergine si trova ad Augsburg, in Germania. Consiste in un dipinto olio su tela realizzato dal pittore tedesco Johann Georg Melchior Schmidtner intorno al 1700. E’ attualmente ubicato presso la chiesa di St. Peter am Perlach.

Papa Francesco manifesta da sempre una forte devozione verso questa immagine e ne ha diffuso il culto particolarmente a Buenos Aires e in Argentina. Il dipinto rappresenta la Madonna intenta a sciogliere i nodi di un nastro bianco teso da due angeli. E’ attorniata da scene bibliche simbolicamente riferite a immagini di speranza, misericordia e di vittoria sul male.

L’icona conosciuta in Baviera 

Copia unica dell’icona originaria conosciuta in tutta la Baviera in occasione di un pellegrinaggio delle diocesi bavaresi ad Augsburg, tenutosi nel 2015, giungerà a Roma accompagnata dal Vescovo di Augsburg, S.E.R. Mons. Bertram Johannes Meier. Che ne farà dono a Papa Francesco che la destinerà secondo le sue intenzioni.

La scelta di questa immagine vuole rappresentare una preghiera particolare perché la Madonna interceda per “sciogliere” le sofferenze che hanno vincolato il mondo in questo tempo di crisi sanitaria, ma anche economica, psicologica e di rapporti sociali.

I cinque nodi

Papa Francesco affida alla Vergine, con la recita del rosario, cinque intenzioni di preghiera, cinque “nodi” da sciogliere, per alimentare la speranza negli uomini. 

Il primo nodo da sciogliere è quello della relazionalità ferita, della solitudine e dell’indifferenza, divenute in questo tempo più profonde. 

Il secondo nodo è dedicato alla disoccupazione, con una particolare attenzione a quella giovanile, femminile, dei padri di famiglia e di chi sta cercando di difendere i propri dipendenti. 

Il terzo nodo è rappresentato dal dramma della violenza. In particolare quella scaturita in famiglia, in casa tra le mura domestiche, verso le donne oppure deflagrata nelle tensioni sociali generate dall’incertezza della crisi. 

Il quarto nodo si riferisce al progresso umano, che la ricerca scientifica è chiamata a sostenere, mettendo in comune le scoperte perché possano essere accessibili a tutti, soprattutto ai più deboli e poveri. 

Il quinto nodo da sciogliere è quello della pastorale. Le Chiese locali, le parrocchie, gli oratori, i centri pastorali e di evangelizzazione possano ritrovare entusiasmo e nuovo slancio in tutta la vita pastorale. E i giovani possano sposarsi e costruire una famiglia e un futuro.

Come si svolgerà la celebrazione

La celebrazione del rosario con Papa Francesco inizierà con una processione solenne, guidata dal Vescovo di Augsburg. Sarà lui a portare l’icona in un luogo scenografico dei Giardini Vaticani. Il Papa e i fedeli saranno dinanzi a una prospettiva unica. 

Si potranno vedere insieme, infatti, la cupola di San Pietro che sembra illuminare e proteggere la città di Roma, simbolo di tutte le città del mondo. 

Si avvicenderanno alla preghiera dei giovani dell’Azione Cattolica, alcune famiglie composte da neo-sposi o in attesa di un bambino e una famiglia di persone sorde dove è nata una vocazione religiosa. 

Dove seguire la preghiera

Al termine della celebrazione del rosario con il Papa, avverrà la cerimonia di incoronazione dell’immagine della Madonna, con una preziosa corona opera dei gioiellieri Fratelli Savi. La preghiera verrà trasmessa in diretta sui canali ufficiali della Santa Sede, saranno collegati tutti i network cattolici del mondo e sarà fruibile per le persone sorde e ipo-udenti attraverso la traduzione nella lingua dei segni italiana LIS. 

Tags:
rosario

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni