Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconSpiritualità
line break icon

Come compiere un breve esame di coscienza alla fine della giornata

MEDITATE

Ruslan Shugushev | Shutterstock

José Miguel Carrera - pubblicato il 28/05/21

Per scoprire Dio in tutto ciò che viviamo e ringraziare, riconoscere gli errori, chiedere perdono e rinnovarsi con un buon proposito

L’esame di coscienza consiste nel ricordare com’è stata la nostra giornata. Non è un momento per giudicare le nostre azioni, ma per prenderne coscienza.

L’esame può essere effettuato mentalmente, ma aiuta molto farlo per iscritto. Si raccomanda di effettuarlo ogni giorno, o almeno una volta a settimana.

I 5 passi per compiere un esame di coscienza raccomandati da Sant’Ignazio di Loyola sono questi:

1. Chiedere luce e grazia per scoprire Dio in ciò che si è vissuto

Rassereniamo il nostro cuore per condividere ciò che abbiamo vissuto con un Amico molto speciale. Chiediamo luce per riconoscere i segni e l’azione di Dio nella giornata trascorsa. Ricordiamo che Gesù ha lasciato il Suo Spirito Santo per portare il creato alla pienezza e restaurarlo secondo il progetto del Creatore.

2. Ringraziare per i doni ricevuti

Ripercorriamo ciò che abbiamo vissuto nella giornata: attività, incontri, lavoro… Ringraziamo Dio per tutto ciò che abbiamo vissuto e pensiamo ai momenti in cui ci siamo sentiti più vicini a Gesù. Per quello che abbiamo sperimentato interiormente, possiamo percepire questa prossimità: speranza, dedizione, gratitudine, servizio, libertà… Questi movimenti interiori sono accompagnati da inviti, e per questo è importante riconoscerli ed esserne grati.

3. Riconoscere gli errori (quello che abbiamo sentito, fatto o pensato)

Pensiamo alle trascuratezze che non hanno permesso di ottenere frutti maggiori nella giornata. Riconosciamo se c’è stata qualche insensibilità nei confronti delle necessità che abbiamo incontrato sul cammino. Assumiamo gli errori nella costruzione della fraternità e della giustizia con i fratelli.

4. Se si sono commesse mancanze gravi, recitare una preghiera di perdono

Chiediamo perdono alle persone che abbiamo offeso nella giornata, e offriamo il nostro perdono a chi ci ha fatto del male. Diamo a noi stessi il perdono che Gesù ci offre.

5. Compiere il proposito di ricevere la Sua grazia

Se c’è stata una mancanza grave, vediamo il modo di correggerla il giorno dopo. Rinnoviamo la nostra amicizia e il nostro desiderio di amare e servire: “Signore, tu sai tutto, tu sai che ti amo”. Chiediamo la benedizione di Maria.

Tags:
esame di coscienza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni