Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconChiesa
line break icon

Le lettere tra San Pio e la sua discepola: “Padre, sento la Passione, brucia”

Padre Pio | Shutterstock - Suor Maria Benedetta | Public Domain

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 24/05/21

Suor Maria Benedetta di Gesù Agonizzante è una discepola del frate con le stigmate. Dal 1917 inizia una lunga corrispondenza in cui condivide quei doni mistici che Padre Pio già conosce bene

Margherita Tresca è un anno più piccola di Padre Pio. La figlia spirituale del frate con le stigmate venne alla luce nel 1888, a Barletta (BA). Avvertì fin dalla più giovane età la vocazione alla vita religiosa, ma incontrò sempre il dissenso dei suoi genitori. 

Padre Benedetto e la prima lettera a San Pio

Conosce sin da ragazza padre Benedetto Nardella, il direttore spirituale di Padre Pio, probabilmente perché il frate si recava nella sua città per predicare. È lui a presentarla a Padre Pio (operapadrepio.it).

Padre Benedetto, per farle giungere un po’ di conforto, chiese a Padre Pio di farle avere, suo tramite, una lettera indirizzata a lei. Il 20 dicembre 1917 Margherita domandò espressamente a Padre Pio la direzione spirituale epistolare che, salvo qualche interruzione, continuò per cerca quattro anni (cf. Epist. III, 161-224) (www.conventosantuariopadrepio.it).

PADRE PIO

La purificazione che dà morte

Nei primi giorni di gennaio del 1919 fuggì di casa ed entrò nel noviziato romano dell’Ordine del SS.mo Salvatore e di Santa Brigida di Svezia. 

Tra le mura del monastero, oltre alle prove ordinarie che possono caratterizzare la vita religiosa, sperimenta tutto il tormento di quella desolazione dello spirito, che il Signore permette per suscitare nelle persone un desiderio sempre maggiore di amarlo e di vivere eternamente con lui. In una lettera del 15 aprile 1919, da fidata figlia spirituale, confida a Padre Pio: 

«…E quale olocausto? d’una purificazione attiva e passiva che brucia, scarnifica, strazia, riduce, assottiglia, annienta, esclude e dà morte. Senza remissioni di sorta, fino all’istante del supremo comando. Non mi dilungo: è Passione la mia, Padre. Di quella più inconscia, che esclude ogni notizia ed intesa, mentre agisce. E l’anima lo sa, senza potersene dar niuna ragione, né percezione alcuna. Fiat!».

La risposta di Padre Pio

Padre Pio, che per esperienza personale conosceva bene questo stato d’animo, non si lascia confondere dal linguaggio insieme misterioso e desolato della figlia spirituale; la invita a fidarsi di Dio, della parola di chi la guida e soprattutto a far sì che questo tormento interiore diventi occasione di purificazione e di offerta a beneficio degli altri. Così il 26 aprile le risponde:

«Continua pure tu a gridare coll’apostolo: “Io porto nel mio spirito e nel corpo la mortificazione del Signore nostro Gesù Cristo” perché è il gemito ormai il più consentaneo al tuo spirito. Ovvero: “Sono con Cristo confitto con lo spirito alla croce” sino a quando dovrai ripetere: “Nelle tue mani, raccomando il mio spirito”». (Epist. III, p. 220)

I voti di Suor Maria Benedetta

Margherita prese il nome di Suor Maria Benedetta di Gesù Agonizzante, emise i voti temporanei nel 1920 e quelli perpetui tre anni dopo. Fu maestra delle novizie e superiora nel monastero delle Brigidine. Sperimentò la terribile purificazione della notte dello spirito ed alcuni fenomeni mistici simili a quelli provati in quel periodo dal venerato Padre Pio. 

Madre modello

Guida sicura e comprensiva fu una madre per le religiose che videro in lei un modello oltre che la regola in persona.

Sia come donna che come religiosa incarnò i valori della fede e del vangelo che se vissuti con coerenza e fedeltà in tutti gli stati di vita conducono alla vera gioia nella società e nel chiostro. Morì il 15 maggio 1965 (acistampa.it).

Tags:
padre pio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni