Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 14 Giugno |
Sant'Eliseo
home iconChiesa
line break icon

La Chiesa cattolica riconosce meno dell’1% dei miracoli di guarigione

WEB2-GROTTE-LOURDES-MASSABIELLE-shutterstock_1498328153.jpg

Shutterstock I DyziO

Francisco Vêneto - pubblicato il 24/05/21

Il cattolicesimo adotta criteri scientifici estremamente esigenti per dichiarare un miracolo

La Chiesa cattolica riconosce meno dell’1% dei miracoli di guarigione che vengono riferiti dai fedeli.

Uno dei luoghi cattolici a cui si riferiscono più resoconti di guarigioni inspiegabili è il santuario di Nostra Signora di Lourdes, nel sud della Francia. È il santuario più visitato al mondo dai pellegrini cattolici in cerca di una guarigione fisica. Dal 1858 sono state registrate più di 7.200 dichiarazioni di guarigioni miracolose di malati in quel luogo, ma la Chiesa ha riconosciuto solo 70 casi come effettivamente inspiegabili dal punto di vista medico-scientifico fino a oggi.

Miracoli di guarigione: il caso ufficiale più recente a Lourdes

L’episodio più recente è avvenuto nel 2008 ed è stato dichiarato miracoloso solo nel 2018, dieci anni dopo. La beneficiaria è stata suor Bernadette Moriau, una religiosa francese che non riusciva a camminare da sola. È andata in pellegrinaggio al santuario mariano di Lourdes nel 2008, e poco tempo dopo si è vista del tutto guarita mentre faceva l’adorazione del Santissimo Sacramento.

Sono serviti 8 anni di valutazioni e studi da parte di medici e scienziati finché, nel novembre 2016, la guarigione di suor Bernadette è stata dichiarata scientificamente inspiegabile. Nonostante questo, la Chiesa non aveva ancora dichiarato che si fosse trattato di un miracolo. Le valutazioni e le riflessioni teologiche si sono prolungate per più di 14 mesi dopo il pronunciamento dei medici, e solo l’11 febbraio 2018, festa di Nostra Signora di Lourdes e Giornata Mondiale del Malato, la Chiesa ha affermato ufficialmente che il caso poteva essere considerato miracoloso.

Prima del riconoscimento del caso della religiosa francese, il miracolo più recente confermato a Lourdes era quello di Danila Castelli. È stata guarita nel 1989, ma l’annuncio formale dell’inspiegabilità scientifica della sua guarigione è avvenuto solo nel 2013, dopo quindi 24 anni di studi e ricerche, disponibili per la contestazione da parte della comunità scientifica.

Il primo caso riconosciuto di guarigione miracolosa a Lourdes è stato quello di Catherine Latapie, registrato pochi giorni dopo la prima apparizione della Madonna a Massabielle.

La Chiesa cattolica riconosce meno dell’1% dei miracoli di guarigione

Perché tanta attesa? Fondamentalmente, perché la Chiesa cattolica non afferma che si è verificato un miracolo solo perché vuole o può: sottopone l’analisi di ogni presunto miracolo a una serie scrupolosa di tappe scientifiche, che includono, ad esempio, commissioni mediche per studiare qualsiasi dichiarazione di guarigione scientificamente inspiegabile.

Una delle più note a livello mondiale è la Commissione Medica Internazionale di Lourdes, la cui metodologia è la stessa usata nella ricerca scientifica. I suoi membri, del resto, citano in genere il principio di Jean Bernard: “Chi non è scientifico non è etico”. Non si tratta di cadere nello scientismo o nel positivismo, ma di cercare la verità con la chiara consapevolezza che l’enciclica Fides et Ratioha sintetizzato magnificamente:

“La fede e la ragione sono come le due ali con le quali lo spirito umano s’innalza verso la contemplazione della verità”.

  • 1
  • 2
Tags:
chiesa cattolicalourdesmiracoli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni