Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 14 Aprile |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

13 similitudini tra la Madonna di Fatima e Nostra Signora di Coromoto

COROMOTO

@poramoraticoromoto

Ramón Antonio Pérez - pubblicato il 20/05/21

Durante il lancio del portale “Por amor a ti Coromoto”, l'iniziativa di evangelizzazione digitale promossa da un gruppo di Venezuelani dal Cile, è stata rivelata l'esistenza di varie similitudini tra le invocazioni mariane di Fatima e Coromoto. Volete conoscerle?

“La prima similitudine tra le invocazioni della Madonna di Fatima e di Coromoto è che anche voi avete la splendida missione di far conoscere le meraviglie operate da Dio con l’apparizione di Coromoto, in Venezuela. In questa terra mariana, terra santa, terra eletta, il Signore sta compiendo meraviglie perché le apparizioni si verificano in un contesto storico, ma il messaggio è perenne e resta in vigore”.

Lo ha affermato Héctor Alfonso Ramírez, sacerdote messicano fondatore del movimento Máter Fátima e invitato speciale al lancio del portale Por amor a ti Coromoto.

Il progetto è nato a Santiago del Cile nell’agosto 2020, e dopo mesi di duro lavoro è stato reso noto con il lancio del portale l’11 maggio, “mese dedicato alla Vergine Maria”. I suoi ideatori cercano di portare il messaggio di Cristo attraverso la patrona del Venezuela mediante l’evangelizzazione digitale, la formazione e la ricerca.

COROMOTO

Alcune similitudini tra Fatima e Coromoto

Padre Héctor Ramírez, fondatore di Mater Fátima Internacional, ha sottolineato che inizialmente leggendo i messaggi ha trovato 13 analogie tra le apparizioni della Madonna di Fatima e di Nostra Signora di Coromoto. “Ma possono essere molte di più”, ha detto durante la conferenza per YouTube. Eccone alcune:

1.- Un messaggio da far conoscere al mondo. La prima similitudine è “un messaggio che la Vergine lascia nel mondo perché sia conosciuto, amato e praticato”, ha affermato il sacerdote, sostenendo che quando la Madonna di Fatima è apparsa ai pastorelli, ha detto a Lucia che i suoi cuginetti Francisco e Jacinta sarebbbero andati presto in cielo, mentre lei sarebbe rimasta sulla terra più a lungo “per farmi conoscere e amare”.

2.- Il centro di tutti gli sguardi non è la Santissima Vergine, ma nostro Signore Gesù Cristo. “Lei lo sa e non se la prende, perché desidera che tutti i cuori si volgano a Gesù. Come dicono le Scritture, tornare a Gesù è tornare al Padre”.

3.- In entrambe le apparizioni, la Madre di Dio invita a ricevere il Battesimo. Anche se la Vergine non menziona la parola “Battesimo”, nell’apparizione del Venezuela invita il cacique ad “andare con gli Spagnoli perché gli mettano l’acqua”. Ciò “non è altro che ricevere la grazia che Cristo ci ha portato attraverso i sacramenti”, sostiene il sacerdote.

4.- Sia nelle apparizioni di Fatima che a Coromoto, i messaggi della Vergine sottolineano la famiglia. Padre Héctor ha parafrasato suor Lucia dicendo che “la battaglia finale tra Satana e Cristo sarà per la famiglia”, e ha aggiunto: “Se difendiamo la famiglia, allora l’umanità andrà avanti. Se non siamo capaci di difendere il matrimonio, la vita, l’amore, i valori (…), ci stiamo giocando il futuro dell’umanità”.

5.- La Santissima Vergine ha sempre parlato del Cielo. “Se ci fate caso, nei messaggi non bisogna prendere solo le parole, ma anche i fatti che parlano da sé”. A Coromoto il Cielo è espresso nell’invito al Battesimo. A Fatima ha detto: “Vengo dal Cielo”, e Lucia ha allora chiesto: “Andremo in cielo anche noi?”

6.- I messaggi di Fatima e di Coromoto sono ancorati alla Parola di Dio. “Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato”. Le apparizioni sono volontà di Dio, e vuole che ci “facciamo caso”, ha detto il fondatore di Mater Fátima.

7.- La bellezza della Vergine. Nei messaggi di Fatima e Coromoto, spiccano frasi come “una signora più bella del sole” e “la bella signora”. Per il sacerdote, “ciò che commuove maggiormente è la sua bellezza spirituale, ed è quello che ci spinge a dire ‘Voglio imitare la grandezza della Vergine’. Per questo, dopo Cristo è il modello più importante da imitare”.

8.- Nelle due apparizioni, la Vergine brilla. Per il sacerdote, questa caratteristica comune alle apparizioni di Fatima e Coromoto indica “la santità”, e “rappresenta Dio perché nelle tenebre in cui sta vivendo l’umanità diventi luce”.

9.- La Vergine schiaccia la testa del serpente. Ha detto che il serpente ha morso il cacique Coromoto. Il serpente “è equivalente al peccato”, che la Vergine viene a schiacciare. “Il peccato dell’uomo viene a distruggere la nostra anima”, ma “Lei (Maria) viene a prepararci il cuore alla vita eterna”, perché “il maligno non ha l’ultima parola”.

10.- I tre pastorelli di Fatima e il bambino di Coromoto diventano apostoli. “Quando si ha contatto con Dio attraverso Maria, non si può fare altro che uscire nel mondo e portare quella parola”, ha affermato il sacerdote. “Diventiamo tutti strumenti di Dio per portare la Sua parola in ogni angolo del mondo”.

11.- Le due apparizioni coincidono nella chiamata alla conversione e alla preghiera per i “poveri peccatori”. Ciò è evidente nell’apparizione di Coromoto, e anche con la chiamata ai “poveri peccatori” nel messaggio di Fatima. “In effetti c’è gente che ha molte cose materiali, ma questo non serve a niente se non ha la grazia, se non ha Dio”.

12.- Ogni apparizione è inserita nella Chiesa cattolica. Senza negare la crisi di fede che si vive, ha indicato il presbitero, è il momento di rinnovarsi per santificare la nostra madre Chiesa.

13.- I bambini sono presenti in entrambi i messaggi della Vergine. Padre Héctor ha ricordato che la purezza dei bambini è un vantaggio di fronte agli adulti, pieni di idee preconcette, e ha parlato della preghiera come elemento di fede presente nelle apparizioni. A Fatima i bambini sono stati anche preparati al martirio.

COROMOTO

Come nasce Por amor a ti Coromoto?

Il progetto Por amor a ti Coromotonasce per l’evangelizzazione digitale ed è formato da membri di diversi ambiti della vita della Chiesa: laici, religiosi e religiose, sacerdoti e diaconi, uniti dalla loro fede in Cristo e grati alla nostra Santissima Madre, la Vergine Maria”, ha affermato Reynaldo Millán in una nota inviata ad Aleteia.

Sulla web, ha sottolineato, si potranno trovare articoli interessanti sulla spiritualità coromotana, che verranno condivisi mese dopo mese per approfondire il messaggio teologico delle apparizioni. Gli articoli si svilupperanno in 4 linee di studio ed evangelizzazione: spiritualità coromotana; sana dottrina cattolica; studi scientifici sulla Vergine; accompagnamento spirituale/psicologico.

“Santa María de Coromoto di Guanare de los Cospes, o Madonna di Coromoto, è stata proclamata Patrona del Venezuela dall’episcopato venezuelano il 1° maggio 1942. È stata confermata come tale da Papa Pio XII nel 1944 e incoronata canonicamente l’11 settembre 1952”, dice il portale di questo gruppo di Venzuelani residenti in Cile.

Tags:
apparizioni marianefatimavenezuela
Top 10
See More