Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconArte e Viaggi
line break icon

L’anticristo si troverebbe a Roma e si chiama Nocchilia

ANTICHRIST

Shutterstock | Luigi Galli

Maria Paola Daud - pubblicato il 18/05/21

In ogni angolo di Roma si possono trovare storie e leggende curiose. Questa sì che è strana, anzi, apocalittica

Nocchilia è il mostro che dorme sotto il luogo più sacro di Roma, la Scala Santa, vicina alla basilica di San Giovanni in Laterano.

Il suo nome deriva dalla fusione dei nomi del patriarca Enoc e del profeta Elia, e non è un qualche mostro, ma nientemeno che l’anticristo, che secondo la leggenda dorme aspettando l’ultimo combattimento del “Giudizio Finale”.

Per questo, ogni volta che si celebrava San Giovanni Battista, il popolo romano doveva assistere alla sua festa nella piazza davanti alla basilica, ma senza fare troppo rumore, per evitare che “er Nocchilia” si svegliasse e la fine del mondo venisse anticipata.

Nelle celebrazioni dedicate a San Giovanni, per tradizione i romani mangiavano lumache, che per le loro corna simboleggiavano il diavolo. Mangiandole, si proteggevano dal demonio tutto l’anno.

L’insegnamento escatologico

Pittoresco, vero? Tutta questa storia, anche sembra fin troppo fantasiosa, racchiude in realtà un grande insegnamento escatologico.

Perché Enoc ed Elia? E perché la Scala Santa?

La Scala Santa è il “luogo più sacro di Roma”, come abbiamo spiegato in questo articolo.

Ora spiegheremo brevemente perché in questa leggenda intervengono Enoc ed Elia. Questi due personaggi biblici sono gli unici assunti in cielo (a parte la Vergine Maria, chiaramente).

Elia è sempre stato una figura escatologica:

“Ecco, io vi mando il profeta Elia, prima che venga il giorno del Signore, giorno grande e terribile. Egli volgerà il cuore dei padri verso i figli, e il cuore dei figli verso i padri, perché io non debba venire a colpire il paese di sterminio”

(Malachia 4, 5).

In vari scritti dei Padri della Chiesa, Enoc ed Elia sono stati identificati come i due testimoni menzionati nell’Apocalisse (11, 1-14)

E non dimentichiamo un altro personaggio biblico molto importante in questa tradizione pittoresca, San Giovanni Battista!

Nel Nuovo Testamento, Gesù indica che la profezia di Malachia si è compiuta in Giovanni Battista, che ha il compito di preparare la venuta di Cristo (Matteo 17, 10-13).

All’inizio vi è forse sembrata una storia piuttosto assurda, ma questi Romani erano davvero creativi al momento di spiegare l’arrivo della “fine del mondo”, e a trasformarla in tradizione e folclore.

Tags:
anticristoroma
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni