Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconNews
line break icon

In India, abortiti 22 milioni di bambine in 29 anni

USG

Ivanko80 | Shutterstock

José Miguel Carrera - pubblicato il 11/05/21 - aggiornato il 11/05/21

La questione non appare nelle rivendicazioni del femminismo radicale. Perché?

Il risultato dello sterminio selettivo delle bambine in India ha raggiunto la cifra abominevole di 22 milioni di vite in 29 anni, tra il 1987 e il 2016.

I dati derivano da una ricerca divulgata nel mese di aprile dalla rivista The Lancet.

Nella società indiana, è ritenuto accettabile abortire delle bambine, perché, secondo una delle migliaia di tradizioni che reggono la quotidianità della Nazione, i genitori di una ragazza devono pagare una dote consistente al fidanzato perché si possa celebrare il matrimonio.

Oltre a questo, le famiglie indiane ritengono che un figlio maschio avrà più possibilità di prendersi cura dei genitori quando invecchieranno.

Accanto a questi fattori economici, pesa il costume induista per il quale è il figlio maschio che in questa religione svolge i riti per le anime dei genitori e dei familiari defunti.

Questo insieme di motivi ha fatto sì che il numero degli aborti di bambine in India esplodesse da quando l’esame prenatale ha permesso di conoscere in anticipo il sesso del bambino in gestazione.

Le stime degli aborti di bambine in India ruotano intorno ai 550.000 all’anno, in base alle dichiarazioni del presidente del Population Research Institute, Steven Mosher.

La questione, però, in genere non emerge nelle rivendicazioni dei gruppi militanti del femminismo radicale. Sembra che non sia solo l’aborto di bambine in India ad essere “selettivo”, ed è il caso di chiedersi perché.

Tags:
abortobambinafemminismoindia

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni