Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 24 Settembre |
San Vincenzo Maria Strambi
home iconSpiritualità
line break icon

Emozioni e “trucchetti da santi” (5/5): rinunciare alle critiche con Vincenzo de Paoli

Mary Long I Shutterstock

Mathilde De Robien - pubblicato il 10/05/21

Come i santi più grandi hanno gestito le loro emozioni? Sulla scia di Edwige Billot (autrice in Francia di “Et si les saints nous coachaient sur nos émotions ?” [Téqui]), Aleteia vi propone di scoprire ogni giorno per cinque giorni un “trucchetto da santo” per orientare un’emozione secondo il cuore di Dio.

«Ho compreso che non potevamo andare a messa lasciando sul sagrato la nostra collera o la nostra tristezza. No. Il Signore ci chiede di andare verso di Lui con tutto il nostro essere», riflette Edwige Billot, sposata e madre di tre figli, impegnata da un decennio nel campo delle Risorse Umane e autrice di “Et si les saints nous coachaient sur nos émotions ?”, comparso in gennaio per le edizioni Téqui. 

Appassionata dalla dimensione psicologica dell’uomo e dalle testimonianze agiografiche, si è convinta che proprio i santi hanno colto meglio fino a che punto Dio desideri raggiungerci nel fondo delle nostre emozioni. Emozioni e relazione con Dio: due facce della medaglia della vita che possono essere unificate. Non si tratta di ignorare le emozioni (reazioni fisiologiche del nostro corpo a un evento), ma di accoglierle, di comprenderle per rivolgerle verso una buona direzione. Se le emozioni possono farci traballare, esse possono anche – se guardiamo alle vite dei santi – permettere di crescere, di progredire e di prendere buone decisioni. 

La compassione, “occhiali del cuore”

Per senso di superiorità o per mancanza di interesse riguardo a una persona che ci vive vicino, il disprezzo arriva talvolta a striare di sé la nostra vita quotidiana. Una tendenza che l’Evangelo, comandando l’amore e la carità (specialmente verso i più deboli) invita a combattere.

Papa Francesco propone un rimedio per lottare contro il disprezzo: quando cominciamo ad avvertirne riguardo a qualcuno, «bisogna mettere in atto di tutto per ricadere nella compassione», cioè nella capacità di sentire la sofferenza altrui e di proporsi di alleviarla. Ecco perché, per papa Francesco, la compassione è come “gli occhiali del cuore”.

Ora, se c’è un esperto nel campo della compassione, questi è certamente san Vincenzo de Paoli, anche noto come “apostolo della carità”. Ordinato prete nel 1600, san Vincenzo de Paoli ha passato la vita al servizio dei più poveri. Aveva preso coscienza che visitare gli indigenti era più difficile che dare il proprio denaro per aprire una mensa per i poveri:

Vedrete che la carità è un fardello pesante da portare – più pesante di una marmitta di zuppa. Voi conserverete però la bontà e il sorriso: dare della zuppa e del pane non basta.

La compassione non può essere delegata, per questo Edwige Billot sottolinea:

Se si vuole essere compassionevoli, non basta dare una moneta a una persona per strada: quel che conta ancora di più è il contatto con la persona.

Fermarsi volontariamente e porre un atto di carità è un modo di esercitarsi alla compassione, e di indossare poco a poco gli occhiali del cuore, fino a dimenticare ogni sentimento di disprezzo riguardo ai più piccoli.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
criticaregiudicaresan vincenzo de' paoli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
BIBLE
Patty Knap
Se soffri d’ansia, devi conoscere il consiglio più ripetuto nella...
7
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni