Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 15 Giugno |
Beato Clemente Vismara
home iconChiesa
line break icon

Il Papa, vaccini: sospendere a tempo la proprietà intellettuale

PAPIEŻ FRANCISZEK

-/AFP/East News

Vatican News - pubblicato il 08/05/21

Francesco invia un videomessaggio al "Vax Live – The Concert To Reunite the World", l’evento che ha visto a Los Angeles il mondo dello spettacolo e delle istituzioni sostenere l’equa distribuzione dei sieri anti-Covid: inclusività per vincere “la variante dell’indifferenza”

È il tema del momento della politica, che deve fare i conti con economia ed interessi. È il tema di sempre di Francesco, che guarda costantemente agli esseri umani, specie se interessano a pochi. Los Angeles si illumina per uno spettacolo su YouTube, che vuole avere la forza di un movimento d’opinione in grado di spostare gli equilibri sulla gestione della campagna mondiale anti-Covid nei Paesi poveri. Il Papa si unisce alle voci delle star della musica e del cinema e agli altri sostenitori di primo livello, dal presidente Usa Biden alla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, dal premier italiano Mario Draghi nei panni anche di presidente del G20.

Guarire alla radice

L’inizio del videomessaggio di Francesco ha un tocco di umorismo personale – “ricevete un cordiale saluto da questo vecchio, che non balla né canta come voi” – e prosegue con l’incisività di un magistero che come sempre abbraccia il pianeta fin negli angoli abbandonati: “L’ingiustizia e il male non sono invincibili (…) Vi prego di non dimenticarvi dei più vulnerabili”.

Dinanzi a tanta oscurità e incertezza c’è bisogno di luce e di speranza. Abbiamo bisogno di cammini di guarigione e di salvezza. E mi riferisco a una guarigione alla radice, che curi la causa del male e non si limiti solo ai sintomi. In queste radici malate troviamo il virus dell’individualismo, che non ci rende più liberi né più uguali, né più fratelli, piuttosto ci trasforma in persone indifferenti alla sofferenza degli altri.

Il mercato che schiaccia la salute

In una contingenza di pandemia in cui le “varianti” sono qualcosa da temere, il Papa ne individua di altro tipo. Una “variante di questo virus – afferma – è il nazionalismo chiuso, che impedisce, per esempio, un internazionalismo dei vaccini”. Ma non è l’unica.

Un’altra variante è quando mettiamo le leggi del mercato o di proprietà intellettuale al di sopra delle leggi dell’amore e della salute dell’umanità. Un’altra variante è quando crediamo e fomentiamo un’economia malata, che permette che pochi molto ricchi, pochi molto ricchi, posseggano più di tutto il resto dell’umanità, e che modelli di produzione e consumo distruggano il pianeta, la nostra “casa comune”.

Giustizia è un vaccino anche per i poveri 

“Queste cose – prosegue Francesco – sono interconnesse. Ogni ingiustizia sociale, ogni emarginazione di qualcuno nella povertà o nella miseria incide anche sull’ambiente”. Echi di Laudato si’, della Fratelli tutti si richiamano a vicenda nelle diverse considerazioni, che stavolta puntano diritte alla richiesta attorno al quale ruota l’evento californiano.

Natura e persona siamo uniti. Dio Creatore infonde nei nostri cuori uno spirito nuovo e generoso per abbandonare i nostri individualismi e promuovere il bene comune: uno spirito di giustizia che ci mobiliti per assicurare l’accesso universale al vaccino e la sospensione temporanea del diritto di proprietà intellettuale; uno spirito di comunione che ci permetta di generare un modello economico diverso, più inclusivo, giusto, sostenibile.

La preghiera finale del Papa è a Dio “affinché – è l’auspicio – ci conceda il dono di una nuova fratellanza, una solidarietà universale e affinché possiamo riconoscere il bene e la bellezza che ha seminato in ognuno di noi, per rafforzare vincoli di unità, di progetti comuni, di speranze condivise”.

L’originale su Vatican News

Tags:
papa francescovaccini
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Silvia Lucchetti
Matteo si è ucciso “in diretta” su un forum online. E...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni