Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 16 Maggio |
Sant'Isidoro
home iconSpiritualità
line break icon

Un’apparizione di angeli è avvenuta durante la Prima Guerra Mondiale?

angel

© Shutterstock

don Marcello Stanzione - pubblicato il 27/04/21

Gli “angeli di Le Mans” sarebbero intervenuti durante una battaglia tra tedeschi e inglesi. Ci sono le testimonianze dei militari

Periodicamente sulle riviste compare la storia degli “angeli di Le Mans”. Tali apparizioni angeliche avvennero, durante la prima guerra mondiale, nei pressi della città di Le Mans, nel nord della Francia, durante una battaglia tra l’esercito tedesco e quello alleato, tra i12 ed il 24 Agosto 1914. 

Dopo giorni di furiosi combattimenti. l’esercito tedesco era avanzato fino al centro del Belgio e della Francia. I tedeschi concentrarono i loro attacchi specialmente contro le truppe inglesi che, rispetto all’esercito teutonico, erano in condizioni di enorme inferiorità numerica. 

Le Mans è la città francese nei pressi della quale è avvenuta la battaglia tra inglesi e tedeschi.

La preghiera nazionale

Una grave sconfitta militare per gli inglesi appariva inevitabile ed in Gran Bretagna le chiese erano gremite dal popolo, che era stato convocato, per un giorno di preghiera nazionale, perché la guerra sembrava già persa. 

Ma nella settimana successiva a quelle giornate di preghiera nazionale, una serie di avvenimenti imprevisti trattenne l’esercito tedesco dallo sferrare l’attacco finale decisivo, cosicché gli inglesi si ritirarono e raggiunsero posizioni relativamente sicure.

Il documento degli ufficiali inglesi

Nel 1916, due ufficiali inglesi pubblicarono un resoconto dei fatti con il titolo di “Gli angeli di Mans”, in cui scrissero: “Gli inglesi si aspettavano di essere annientati, dato che eravamo quasi del tutto indifesi, allorquando, con nostro stupore, i tedeschi si fermarono come storditi, e non fecero neppure il gesto di toccare i propri cannoni o di muoversi, dandoci il tempo dì fuggire imboccando alcune strade laterali”. 

L’intervento degli angeli in battaglia

Un uomo, si legge nel documento, disse di aver visto uno squadrone di Angeli tra noi e il nemico. Ad un altro fu chiesto se avesse sentito parlare della meravigliosa storia degli Angeli. L’uomo rispose di averli visti personalmente. Mentre lui e la sua compagna si stavano ritirando, udirono la cavalleria tedesca che galoppava dietro di loro. Videro un luogo che offriva loro una speranza di salvezza, in cui avrebbero potuto, fermarsi per tentare di resistere all’attacco, ma prima che potessero raggiungerlo, la cavalleria tedesca fu loro addosso. 

Si voltarono quindi per fronteggiare il nemico, senza aspettarsi altri che una morte istantanea, quando, con grande meraviglia, videro tra loro ed il nemico un intero squadrone di Angeli. I cavalli tedeschi si voltarono terrorizzati e fuggirono completamente in preda al panico. 

La dichiarazione del capitano Hayword

Molti anni dopo, nel 1982, il capitano Cecíl Whifghtwicli Hayword, ufficiale di Stato Maggiore nel servizio segreto, rilasciò questa dichiarazione riguardo agli “angeli di Le Mans”: 

“Durante la ritirata attraverso Le Mans, sotto un pesantissimo fuoco di artiglieria, un distaccamento di soldati inglesi si ritirò dietro ad una barricata eretta frettolosamente, tentando di contrastare l’avanzata nemica. Il fuoco da entrambe le parti era molto intenso e l’aria rimbombava del fragore assordante dell’esplosione delle granate. 

SAINT MICHEAL
San Michele, l’angelo guerriero: è lo spirito celeste che ha combattuto contro il diavolo, in una battaglia durissima raccontata nell’Apocalisse.

Vesti bianche e capo scoperto 

Improvvisamente, il fuoco cessò completamente e cadde un silenzio totale. Guardando al di sopra della loro barricata, gli attoniti inglesi scorsero tra loro ed i tedeschi quattro o cinque esseri meravigliosi, molto più grandi degli uomini. 

Portavano vesti bianche ed erano a capo scoperto; sembravano fluttuare più che stare in piedi. Voltavano le spalle agli inglesi, e fronteggiavano i tedeschi con le mani e le braccia protese in avanti. Il sole brillava di luce molto intensa in quel momento”.

Il grande silenzio 

Dopo un attimo di smarrimento, gli inglesi si accorsero che i tedeschi si stavano ritirando disordinatamente. Già in altre occasioni, gli inglesi avevano conosciuto il pericolo di venir circondati dalle truppe nemiche. Proprio quando la situazione sembrava ormai senza speranza, all’improvviso il pesante fuoco nemico cessò completamente e dappertutto cadde un grande silenzio. Il cielo si aprì con una vivida luce sfolgorante, ed apparvero le sagome di “creature luminose“. 

Il “muro” che fermò i tedeschi

Sembrava che fluttuassero tra le truppe tedesche e le inglesi, e che impedissero l’ulteriore avanzata del nemico. Una parie della cavalleria tedesca stava venendo avanti proprio in quel momento, ed improvvisamente gli ufficiali e i soldati non riuscirono a far procedere oltre i cavalli. Prima che gli stupefatti inglesi riuscissero a rendersi conto di quanto era successo, l’intero reparto nemico, apparentemente vittorioso, si stava ritirando disordinatamente, allontanandosi da Le Mans.

Ciò permise all’esercito inglese ed alleato di riunirsi e di arretrare fino ad una linea di difesa situata diverse miglia più a est.

Tags:
angeli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni