Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 16 Maggio |
Sant'Isidoro
home iconArte e Viaggi
line break icon

La Vergine Maria nascosta nel Pantheon di Roma

VIRGIN

Szilas-(CC0 1.0)

Maria Paola Daud - pubblicato il 26/04/21

È una delle icone definite “Vergini di San Luca”, perché attribuite all'evangelista

Una delle immagini più antiche della Vergine Maria si trova un po’ nascosta nella cappella del coro del Pantheon di Roma.

È una delle icone definite “Vergini di San Luca”, perché attribuite all’evangelista. In particolare, questa immagine situata nella basilica di Santa Maria ad Martyres (il nome attuale del Pantheon) è un’Odigitria, ovvero colei che indica il cammino.

Il Pantheon romano è l’unico tempio pagano dell’Antica Roma rimasto quasi intatto. È sempre stato un tempio religioso. Come indica il suo nome, Pan (tutti) teon (dèi), era il tempio dedicato a tutti gli dèi.

In seguito venne trasformato in chiesa grazie all’imperatore bizantino Foca, che nel 608 lo offrì a Papa Bonifacio IV. Il tempio si trasformò così nella chiesa di Santa Maria ad Martyres, dedicata ai martiri delle persecuzioni.

La chiesa venne consacrata nell’anno 609, ed è probabile che questa icona facesse parte degli omaggi offerti in quell’occasione dall’imperatore Foca.

Ciò che resta della tavola lignea in cui è rappresentata la Vergine con in braccio il Bambino Gesù è solo un frammento dell’originale, piuttosto scolorito per via del passare del tempo.

VIRGIN

La Vergine che indica il cammino

Il modo in cui la Vergine sostiene il Bambino e in particolare la posizione delle mani sono i motivi che fanno capire che l’immagine rientra nella tipologia dell’Odigitria.

La mano destra della Madonna, infatti, tocca il ginocchio del bambino, indicando la via, la verità e la vita. Questo gesto sottolinea la mediazione di Maria presso Cristo. È proprio la mano che dona la salvezza.

La Vergine Maria non guarda il Figlio, ma lo spettatore, che “chiama” indicandogli “il cammino”.

Questa immagine era molto venerata anticamente non solo dai romani, ma anche da tutti i pellegrini che andavano a visitare la chiesa, con le sue centinaia di reliquie appartenute ai martiri dell’epoca di Diocleziano.

Questa grande venerazione si può constatare per via dei vari strati di pittura sulla tavola per conservare l’immagine nel corso dei secoli. È stata ornata anche con una copertura d’argento dorato.

Maria, in silenzio, è lì ad aspettarvi per indicarvi la strada…

Tags:
iconamadonnaroma
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni