Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 03 Dicembre |
Blanca de Castilla
Aleteia logo
contenuto sponsorizzato
separateurCreated with Sketch.

L’Ateneo Pontificio che forma gli evangelizzatori di domani

ATENEO PONTIFICIO REGINA APOSTOLORUM

Per gentile concessione di Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Ateneo Pontificio "Regina Apostolorum" | 26/04/21

Esperienza, fede e professionalità: sono le offerte che caratterizzano l'Ateneo Pontificio "Regina Apostolorum"

di padre José Enrique Oyarzún, L.C.*

Il tempo di Pasqua ci riporta nel cuore del mistero cristiano: Cristo risorto dai morti. È il centro della nuova novella che i discepoli del crocifisso risorto siamo chiamati a portare al mondo intero perché, appunto, “se Cristo non è risuscitato, allora è vana la nostra predicazione ed è vana anche la vostra fede” (1 Cor 15, 14).

È un tempo opportuno per parlare della missione di una istituzione accademica pontificia strettamente collegata alla missione evangelizzatrice della Chiesa. Si tratta di un legame più volte evidenziato da Papa Francesco specialmente nell’esortazione apostolica Evangelii Gaudium e nella prefazione della costituzione apostolica Veritatis Gaudiumsulle università e facoltà ecclesiastiche.

Le università ecclesiastiche sono un luogo privilegiato per conoscere in modo articolato le fondamenta della propria fede, per dialogare con le culture, con “altre scienze ed esperienze umane” e per “pensare come far giungere la proposta del Vangelo alla varietà dei contesti culturali e dei destinatari” (cf. EG, 133-134). In tal senso, l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) fa suo questo compito nella propria missione formando apostoli – leaders professionali cristiani – che collaborino nella missione evangelizzatrice della Chiesa, oltre a promuovere correnti di pensiero che aiutino ad impregnare di spirito cristiano la cultura.

Detto ciò, spunta quasi spontanea la seguente domanda: quale formazione offrire agli evangelizzatori del XXI secolo? La risposta è complessa, in un contesto di “cambiamento d’epoca”, secondo un’espressione di Papa Francesco. Come Ateneo cerchiamo di rispondere con una offerta formativa maturata nell’ambito di un pensiero nato dall’armonia tra fede e ragione, ma in un processo di continuo aggiornamento. Quindi l’obiettivo della nostra offerta accademica è di essere fortemente radicata nella sua identità cattolica conciliando il riferimento alle fondamenta della fede, la serietà e il rigore scientifico e l’apertura al dialogo con la cultura e le esigenze dell’uomo del proprio tempo. Tutto è plasmato nei diversi piani di studio cercando che gli studenti, oltre ad acquisire in modo eccellente le conoscenze di uno specifico ambito del sapere, apprendano le competenze trasversali necessarie per contribuire alla società nell’epoca in cui viviamo.

In questo senso la formazione che offre l’Ateneovuole andare oltre l’istruzione professionale; si cerca una formazione integrale. Come recita il nostro ideario, consideriamo che “la vita intellettuale si inquadra nello scenario più ampio della vita dell’uomo che si interroga su sé stesso, si relaziona con gli altri e cerca Dio. Quindi, nell’ambito della specificità accademica, l’APRA intende aiutare gli alunni a crescere in tutte le loro facoltà, cercando lo sviluppo armonico della persona nelle sue diverse dimensioni e contribuendo così al raggiungimento di una adeguata unità di vita” (Ideario, 16).

➡️ GUARDA LE FOTO DELL’ATENEO ⬅️

Vogliamo che il nostro modus operandi sia intriso da una tensione evangelizzatrice. È una caratteristica in linea con la chiamata del Papa a essere una “Chiesa in uscita” che vuole “raggiungere tutte le periferie che hanno bisogno della luce del Vangelo” (cf. EG, 20). Perciò, oltre a permeare con questo sigillo il curriculum base di ogni programma, l’Ateneo offre una serie di materie e attività orientate a promuovere e ad allargare il senso della missione del cristiano, sia sacerdote o laico, che compie gli studi da noi. Inoltre, le suddette attività si orientano a facilitare l’acquisizione di atteggiamenti e abilità, che necessita una persona che intende collaborare nell’evangelizzazione. Certamente, il punto di partenza è la convinzione che Dio fa fruttificare il nostro impegno, e che diveniamo collaboratori attivi mediante la crescita e l’esercizio dei talenti che Lui ci ha donato. Per questo ci sono corsi su direzione spirituale; pastorale della confessione; pastorale famigliare; predicazione sacra; predicazione di esercizi spirituali; attività di aggiornamento orientate ad imparare a leggere il magistero pontificio e le grandi sfide culturali del nostro tempo per ideare strategie di evangelizzazione.

In questo compito è importantissimo il corpo docente delle Facoltà e Istituti. Oltre alla specializzazione nelle proprie aree di conoscenza, cerchiamo professionisti che abbiano le competenze pedagogico-didattiche, che li aiutino non solo a trasmettere efficacemente le proprie conoscenze agli alunni ma anche ad aiutarli a crescere come persone e come cristiani. Una ricchezza particolare del corpo docente attuale è inoltre l’internazionalità che rappresenta la cattolicità, facilitando il dialogo e l’apertura alle diverse culture.

La missione si rafforza e concretizza nell’impegno e sforzo di ogni giorno nel promuovere una comunità accademica animata dalla ricerca della verità e il desiderio di evangelizzare il presente e il futuro.

25 anni di storia, 3 Facoltà, 4 Istituti, più di 1000 studenti formati nel 2019-20. Più di 13.000 Alumni, testimoniano la fede e la voglia di innovazione.


Padre José Enrique Oyarzún, L.C. è Rettore dell’Ateneo Pontificio “Regina Apostolorum