Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconStorie
line break icon

Da bambino-soldato a sacerdote: “Avevo perso la speranza”

SUDAN

STEFANIE GLINSKI | AFP

Ary Waldir Ramos Díaz - pubblicato il 17/04/21

“A volte non avevamo cibo, solo miele e frutta del bosco. Cammminavamo da Rimenze, Yambio, nella foresta fino a Yei (vicino alle frontiere dell’Uganda e della Repubblica Democratica del Congo). Prima di andare in guerra, 5 di noi sono fuggiti una mattina. Siamo arrivati nella città di Yei di sera”.

“Il nostro rettore, padre Matthew Samusa, ci rivolgeva sempre parole di speranza, e a volte pregavamo insieme. Grazie a Dio non siamo stati torturati fisicamente e nessuno di noi è morto”.

Una forza mi protegge

Padre Matthew Samusa diceva ai bambini in segreto: “Il Signore vi ha scelti per essere sacerdoti e vi libererà”.

Charles compiva uno sforzo enorme, le preghiere sembravano vane, ma stringeva la mano dei suoi compagni mentre le recitava. Padre Samusa ricordava a tutti i giorni felici in seminario. C’era una luce tenue, muta, forse lontana, ma che gridava dentro: “So che c’è una forza al di sopra di me, so che mi protegge”, ha ricordato padre Charles.

“Alla fine tutti sono riusciti a fuggire e a tornare in casa: in 3, tra i 40 seminaristi sequestrati, siamo diventati sacerdoti. In Africa e in altre parti del mondo c’è sempre reclutamento di bambini e adolescenti, sfruttati dai militari e dai ribelli per obbligarli a lottare per loro”.

MBIKOYO CHARLES

Padre Charles Mbikoyo Andrew, che ha concluso ques’tanno i suoi studi di Filosofia presso l’Università Urbaniana di Roma, tornerà in patria a maggio per servire la Chiesa locale.

Dopo più di cinque anni di guerra civile e nonostante gli accordi di pace firmati nel settembre 2018, il Sud Sudan soffre ancora le conseguenze del conflitto. Circa 100.000 bambini e adolescenti hanno subìto abusi costanti. Tra questi ci sono i cosiddetti bambini-soldato.

  • 1
  • 2
Tags:
bambini soldatosacerdotesud sudan
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni