Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 08 Maggio |
Santa Maddalena di Canossa
home iconChiesa
line break icon

Bergoglio in Argentina confessava e convertiva criminali e malati di Aids

Photo by Sergio Rubin / CLARIN / AFP

Bergoglio ai tempi di Buenos Aires.

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 13/04/21

Lo rivela la volontaria Halina Rozanska de Pochylak, che ha conosciuto il futuro Papa nel penitenziario di Buenos Aires, durante le sue visite ai carcerati. "Avevano mani e piedi legati. Bergoglio esigeva che fossero messi nelle condizioni di poter parlare"

Jorge Mario Bergoglio in Argentina trascorreva ore ed ore a confessare in carcere, e otteneva numerose conversioni. Anche da criminali con lunghe condanne alle spalle e malati di Aids. 

Lo racconta Halina Rozanska de Pochylak, 78 anni, originaria di Leopoli (Ucraina), approdata in Argentina con i suoi genitori dopo la Seconda Guerra Mondiale. All’età di 8 anni, la svolta della sua vita: la notizia della morte della nonna, detenuta in Siberia e vittima del regime comunista. 

Da allora Halina decide di dedicare la sua vita all’assistenza ai carcerati ed oggi, nonostante l’età, tre figli e 9 nipoti, continua il suo servizio dietro le sbarre a Buenos Aires.

Halina in piazza San Pietro quando ha incontrato nuovamente Bergoglio, ma questa volta da Papa.

“Uno dei più grandi pontefici”

«Ho conosciuto Papa Francesco quando era Provinciale dei Gesuiti e lo considero uno dei più grandi Pontefici. Anche perché continua a manifestare la sua vicinanza agli uomini e alle donne del nostro tempo, che stanno vivendo una crisi globale senza precedenti dovuta alla pandemia».

“Detenuti ammanettati dalle mani ai piedi”

Tra le esperienze edificanti della sua missione, c’è l’incontro con Bergoglio nel carcere di Buenos Aires. «Ricordo che, sia da vescovo che da cardinale, era solito andare in carcere a visitare detenuti ammanettati alle mani e ai piedi, malati di Aids, con condanne lunghissime. Esigeva che venissero messi in condizioni di interloquire e di solito ci riusciva». 

Così, prosegue Halina, Bergoglio in carcere «si sedeva accanto a loro e li confessava come nessun altro sacerdote aveva fatto prima. Dopo il suo passaggio si registravano numerose conversioni», racconta la volontaria, che può contare anche sul costante supporto dei suoi tre figli.

<a target="_blank" href=”http://www.shutterstock.com/pic.mhtml?id=86779993&src=id&#8221; target=”_blank” />Prisoner</a> © BortN66 / Shutterstock

L’aiuto dei tre figli 

La donna oggi prosegue ancora il suo impegno in carcere, nonostante età e lutti che l’hanno segnata profondamente. 

«Ho perso mio marito due anni fa, ma lo sento sempre vicino. I miei ragazzi mi danno una grossa mano sia economicamente, che materialmente. Recentemente ho avuto bisogno del loro aiuto perché la cappella del carcere doveva essere imbiancata. Mia figlia utilizza il computer al mio posto e legge le carte processuali, dato che è avvocato» conclude Halina.

Tags:
carcerejorge bergogliopapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
3
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
4
Annalisa Teggi
Intrappolata in un macchinario tessile: muore Luana, mamma di 22 ...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni