Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 27 Novembre |
Beato Giacomo Alberione
Aleteia logo
Approfondimenti
separateurCreated with Sketch.

Per la “Chiesa dell’Unificazione” la Rivelazione è opera di Moon, non di Gesù

SEGYE TIMES / AFP

Il reverendo Moon con la moglie.

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 08/04/21

"Stiamo vivendo il tempo della seconda venuta". Secondo questo gruppo religioso, la missione terrena di Gesù è rimasta incompiuta, ed è risorto solo spiritualmente. A completarla sarebbe stato il loro fondatore, il reverendo Moon

Tra i nuovi gruppi religiosi, la setta fondata nel 1954 in Corea dal Reverendo Sun Myung Moon (1920-2012) e denominata “Chiesa dell’Unificazione”, è tra le più vivaci del mondo. Conta tre milioni di adepti. In Italia essa è conosciuta con il nome di Federazione delle Famiglie per la Pace e la Unificazione.

Il suo leader Moon è stato un affermato imprenditore, ultramilionario, detentore di aziende, giornali e associazioni. Di questa Chiesa ne parla approfonditamente Don Marcello Stanzione nel libro “Le Sette” (edizioni Segno).

Il “Terzo Testamento”

La Chiesa dell’Unificazione è pseudo cristiana, e crede che la Rivelazione non sia opera di Gesù, ma del reverendo Moon. La sua dottrina è il cosiddetto “Terzo Testamento”: nella divinità interagiscono tre tipi di forze. 1) la forza per perseguire l’ideale; 2) la forza per creare e mantenere l’esistenza; 3) ed infine la forza dell’amore, che è il nucleo centrale dell’energia di Dio.

Per amore, Dio (il Dio più) ha dovuto creare l’uomo (il Dio meno) per avere un oggetto da amare ed essere in questo modo felice. Se fosse restato solo, Dio non avrebbe potuto essere felice. 

I rapporti sessuali di Eva

Per la dottrina unificazionista se Dio può trovare nelle persone il suo amore, sarà felice, ma se non lo trova sarà pieno di tristezza. I seguaci del reverendo Moon vogliono appunto liberare Dio dalla sua sofferenza, realizzando il suo disegno d’amore. 

Secondo la nuova rivelazione della Chiesa dell’Unificazione, Adamo ed Eva dovevano crescere nel giardino dell’Eden fino a raggiungere la perfezione. E poi ricevere la benedizione del matrimonio da Dio. Invece Eva, ingannata dall’arcangelo Lucifero, dapprima acconsentì ad avere una relazione sessuale con lui che causò la caduta spirituale della natura umana, poi Eva tentò Adamo. E i due, prima del tempo fissato da Dio, si unirono in un rapporto sessuale. Così si ebbe così la caduta “fisica” della natura umana. 

Il regno “fisico” di Gesù

L’umanità cadde sotto il dominio del diavolo. Ma Dio non ha abbandonato il suo progetto originale. Egli anzi ha stabilito un mediatore fra se stesso e l’umanità: il Messia.

Dio mandò sulla terra Gesù come Adamo perfetto e senza peccato. Secondo il reverendo Moon, la missione del Cristo era quella di stabilire il regno di Dio sulla terra, un regno non soltanto spirituale ma anche fisico. Tale regno doveva essere stabilito durante la vita di Gesù. 

La crocifissione del Messia secondo Moon

Poiché il matrimonio è il mezzo più importante per stabilire il regno di Dio sulla terra, la prima missione di Gesù era quella di unirsi in matrimonio con una sposa perfetta, la nuova Eva, e formare così la prima famiglia. 

Gesù, secondo il reverendo Moon, invece di essere accolto fu rifiutato ad ogni livello. E gli fu negata l’opportunità di prendersi una sposa e così stabilire la prima famiglia centrata su Dio. Egli fu inchiodato sulla croce. E la sua missione terrena rimase incompiuta. Per questo egli promise il suo secondo avvento; egli deve tornare per portare a compimento la sua missione di Messia sulla terra.

I funerali di Moon.

La “seconda venuta”

Secondo tale dottrina, il Messia non ritornerà più nella persona di Gesù perché Dio non si serve mai della stessa persona. Perchè, secondo la dottrina di Moon, il corpo, una volta che ha compiuto la sua missione, non può essere ricostruito un’altra volta. Perciò Dio manderà una persona diversa per completare la missione del Cristo.

Chi è il nuovo Messia 

Questo nuovo Messia dovrà nascere sulla terra come un vero uomo; dovrà avere una sposa e dei figli, diventando il vero genitore dell’umanità. Moon, quando era in vita, ha affermato che oggi stiamo vivendo il tempo del secondo avvento. 

La Chiesa dell’Unificazione è sicura che il nuovo Messia è già nato tra il 1907 e il 1930. La terra da cui proviene il Messia è la Corea, ma la Nazione che ha un posto essenziale nel compimento del piano di Dio è l’America del Nord. Chi è allora il Messia? Moon non lo ha detto espressamente, ma si capisce chiaramente che il nuovo Messia destinato da Dio e portare completamente il Regno di Dio sulla terra, è stato proprio lui, il Reverendo Moon. 

La Bibbia secondo i “Principi Divini”

La chiesa del reverendo Moon, nel 1977, è stata definita non cristiana dal Consiglio Nazionale delle Chiese degli Stati Uniti.

Moon ha fatto largo uso della Sacra Scrittura, ma non si rifà alla tradizione cristiana. Piuttosto fa riferimento alla particolare rivelazione che egli afferma di aver ricevuto. La Bibbia è interpretata secondo i “Principi Divini”. Nella concezione della Chiesa della Unificazione, Dio crea l’uomo non liberamente, ma per bisogno, perché senza l’uomo Dio sarebbe infelice. 

Inoltre il reverendo Moon nega tutti i dogmi fondamentali del Cristianesimo: nega la Trinità; l’Incarnazione del figlio di Dio. Nega che Gesù sia risorto con il suo corpo: la sua risurrezione è solo spirituale ed egli è oggi nel mondo spirituale senza il suo corpo che si è dissolto alla morte come quello di tutti gli altri uomini. 

Tags:
sette religiose
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni