Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 20 Aprile |
Sant'Aniceto
home iconStile di vita
line break icon

L’omaggio di una chiesa a pazienti e medici vittime del Covid-19

VENEZUELA

@leoperiodista

Ramón Antonio Pérez - pubblicato il 07/04/21

Affaticati e stanchi per le malattie

“Quest’anno, alle porte principali dei templi parrocchiali, e tenendo le altre chiuse, verrà collocato il monumento per il trasferimento del Santissimo Sacramento, e ricordiamo che si tratta di riserva e non di esposizione nelle custodie”, ha affermato monsignor Luis Enrique Rojas Ruiz, vescovo ausiliare dell’arcidiocesi di Mérida.

L’intenzione era far sì che “le persone, brevemente ed evitando qualsiasi tipo di assembramento, adorassero il Signore Gesù Sacramentato”, aggiunge il messaggio ricevuto da Aleteia.

“Kike” Rojas, com’è noto il vescovo, ricordava di “collocare durante tutta la settimana e le celebrazioni l’audio preregistrato sulle norme di biosicurezza”.

Il senso era “sottolineare la grandezza e l’onnipotenza di Cristo come Dio figlio che ha dato la vita per noi e mantiene la promessa di restare con noi per sempre nel Sacramento dell’Eucaristia, e il Giovedì Santo è l’istituzione del Sacramento del Sacerdozio e dell’Eucaristia, Cristo nostro centro e nostra vita e l’Eucaristia centro e culmine di tutta la vita cristiana”.

La rappresentazione del personale sanitario “con un panno bianco con il volto di Gesù” “ci ricorda la sesta stazione della Via Crucis, quando la Veronica pulisce il volto di Cristo”, ha affermato il vescovo ausiliare di Mérida.

“Oggi medici e personale sanitario diventano le veroniche che aiutano e puliscono il volto di Gesù attraverso i loro pazienti, che si sentono affaticati, stanchi e sofferenti per questa malattia del Covid e per molte altre”.

VENEZUELA

Dio non dimentica e non abbandona

Il malato, ha sottolineato, “rappresenta il paziente che in mezzo alla sofferenza si avvicina a Dio, ed Egli non lo abbandona perché è verificato che la sofferenza, in tutte le sue espressioni, avvicina a Dio, ed Egli non ci dimentica mai e non ci abbandona”.

Nel “monumento vivente” si è visto anche che “gli angeli non sono in alto, ma sulla terra. E oggi dobbiamo essere tutti angeli di Dio sulla terra per aiutarci gli uni gli altri”, ha precisato il vescovo ausiliare.

Quanto al futuro beato del Venezuela, ha affermato: “Davanti, nella parte più alta, c’è l’immagine del medico di tutti i Venezuelani, che dal cielo ci invita a fare il bene e intercede per tutti noi che gli chiediamo di aiutarci in tempi di pandemia”.

Intorno all’altare c’erano molti medicinali, “oggi necessari per combattere questo male. Chiediamo a Dio che non ci manchino”.

Monsignor Rojas Ruiz ha infine ringraziato quanti hanno collaborato all’inedita proposta di “rendere possibile questo altare”: “seminaristi, personale della cattedrale insieme a sacerdoti, parroco e vicario, e la Clínica El Valle per tutta la collaborazione offerta”. Buona Pasqua ai medici!

  • 1
  • 2
Tags:
chiesacovidvenezuela
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
4
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
5
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni