Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 20 Aprile |
Sant'Aniceto
home iconStile di vita
line break icon

L’omaggio di una chiesa a pazienti e medici vittime del Covid-19

VENEZUELA

@leoperiodista

Ramón Antonio Pérez - pubblicato il 07/04/21

Il numero di medici e personale sanitario vittime del coronavirus aumenta in Venezuela. La Chiesa, preoccupata per i sanitari, li ha ricordati nelle sue preghiere per la Settimana Santa

Il Giovedì Santo, la ONG Médicos Unidos de Venezuela ha reso noto di 16 nuovi decessi tra il personale sanitario per via del Covid-19, il che porta la cifra a 424. I portavoce ufficiali hanno riferito di 1615 morti in totale nel Paese, anche se per alcuni medici la realtà è diversa. Per ogni numero ufficiale nella popolazione ci sono 7 morti per il virus, casi che restano fuori dalle statistiche.

“Non siamo eroi, ma vittime della negligenza ufficiale”, pubblicano costantemente i medici sulle reti sociali per darsi coraggio e richiamare al rispetto delle misure preventive. “I veri eroi usano le mascherine”, dicono senza essere presi in considerazione dallo Stato.

VENEZUELA

I sanitari denunciano che il Governo di Nicolás Maduro non li ascolta. “Stiamo letteralmente lasciando la vita in questa lotta contro la pandemia”, ha detto uno degli interpellati. Tra le richieste urgenti ci sono le attrezzature di biosicurezza, i farmaci e il fatto di essere tenuti in conto come personale con priorità di ricevere i vaccini.

Una visita di Aleteia all’ospedale Doctor Luis Domingo Salazar dell’Instituto Venezolano de los Seguros Sociales ha permesso di constatare le carenze del personale sanitario e le condizioni in cui lavora. “La morgue è in cattivo stato, ci consegnano una mascherina al mese, non ci sono progetti per la vaccinazione e vogliamo stipendi degni. Abbiamo voglia di lavorare, ma non ci sono risorse”, hanno denunciato.

VENEZUELA

Il sacrificio dei medici e dei pazienti Covid

La Chiesa si è unita alle campagne preventive con la donazione di attrezzature di biosicurezza per aiutare. L’altro ausilio è costituito dalla preghiera, dalla denuncia pubblica e dall’appello a fare attenzione. Durante la Settimana Santa, la Chiesa ha sospeso o modificato alcune cerimonie per evitare assembramenti e impedire i contagi.

Tra le proposte significative ci sono stati i percorsi del Nazareno de San Pablo in più di 40 settori di Caracas, come anche nelle città in cui si pratica questa devozione del Mercoledì Santo. Le statue più varie dei “nazarenos” sono state portate su dei veicoli per ricordare l’Uomo che ha portato la salvezza al mondo.

Quest’anno, tuttavia, un’attività ha spiccato per originalità. Senza nulla togliere al senso religioso che caratterizza il Giovedì Santo, la commemorazione dell’Eucaristia, si è realizzato un monumento eucaristico dedicato al personale sanitario e ai pazienti malati di Covid-19 e altre malattie. È stato insediato giovedì 1° aprile nella basilica minore Inmaculada Concepción, nell’arcidiocesi di Mérida.

VENEZUELA

Accanto al monumento eucaristico e all’inginocchiatoio per l’adorazione c’erano un’infermiera e un paziente sdraiato su una barella e con gli strumenti medici collegati al corpo. Sullo sfondo, il manifesto del dottor José Gregorio Hernández con la scritta Haz el bien (Fai il bene) è stato il modo di ricordare che il 30 aprile si svolgerà la cerimonia di beatificazione del “medico dei poveri”.

VENEZUELA

  • 1
  • 2
Tags:
chiesacovidvenezuela
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
4
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
5
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni