Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 18 Aprile |
Beata Savina Petrilli
home iconSpiritualità
line break icon

Visite al Santissimo, una bella abitudine da prendere dopo Pasqua

© Kathrin Ziegler / Getty

Agnès Pinard Legry - pubblicato il 06/04/21

E se la gioia pasquale desse ai cattolici l'occasione di migliorare le proprie abitudini rendendo visita a Cristo più regolarmente?

Raggianti della gioia di Pasqua, i fedeli hanno fatto il pieno di speranza. E se la gioia pasquale offrisse l’occasione di rendere più dinamica la propria vita di preghiera con una “visita”?

Non c’è bisogno di percorrere chilometri e di intraprendere pellegrinaggi di molti mesi, per farlo: la cappellina all’angolo basta e avanza. Si tratta semplicemente di concedersi qualche minuto, nell’arco della settimana, per rendere visita personalmente al Santissimo Sacramento. Sostare qualche istante davanti al tabernacolo – ecco un’idea ricca e semplice per avvicinarsi a Cristo.

La visita al Santissimo Sacramento è «una prova di gratitudine, un segno d’amore e un dovere di adorazione verso Cristo, nostro Signore», ricorda il Catechismo della Chiesa Cattolica (nº 1418).

Un segno d’amore in questo tempo di intimità che offriamo a Gesù semplicemente perché egli ci ama e noi lo amiamo come amico, guida e confidente. È un’abitudine che fu particolarmente cara a Giovanni Paolo II:

È bello intrattenersi con Lui e, chinati sul suo petto come il discepolo prediletto (cfr Gv 13,25), essere toccati dall’amore infinito del suo cuore. Se il cristianesimo deve distinguersi, nel nostro tempo, soprattutto per l’« arte della preghiera »,48 come non sentire un rinnovato bisogno di trattenersi a lungo, in spirituale conversazione, in adorazione silenziosa, in atteggiamento di amore, davanti a Cristo presente nel Santissimo Sacramento? Quante volte, miei cari fratelli e sorelle, ho fatto questa esperienza, e ne ho tratto forza, consolazione, sostegno! 

Giovanni Paolo II, Ecclesia de Eucharistia 25

I santi e l’Eucaristia:

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
adorazione eucaristicaeucaristiapasquapreghierasantissimo sacramento
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
6
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni