Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 18 Aprile |
Beata Savina Petrilli
home iconSpiritualità
line break icon

I più bei testi su san Giuseppe: «Prendo per avvocato e guida il glorioso san Giuseppe»

Public domain

Saint Joseph et l'Enfant Jésus, Bartolome Esteban Murillo.

Mathilde De Robien - pubblicato il 06/04/21

Come il sabato è dedicato alla Vergine Maria, il mercoledì è il giorno consacrato a san Giuseppe. In quest'anno, particolarmente dedicato al padre putativo di Gesù, Aleteia propone delle meditazioni settimanali scritte dai più grandi maestri spirituali.

Grande innamorata di san Giuseppe, santa Teresa d’Avila contribuì grandemente a propagare il suo culto nella Chiesa cattolica.

Santa Teresa – scrive padre Joseph-Antoine Patrignani nel suo La Dévotion à saint Joseph (1873) – è stata una tra le stelle più risplendenti, uno dei più bei diamanti della corona di san Giuseppe. È stata scelta da Dio per estendere il di lui culto in tutto il mondo, e in qualche maniera per mettere mano a tanto grande opera.

Effettivamente, il primo Carmelo riformato – da lei fondato nel 1562 – porta il nome di “San José de Ávila”. Sui 17 monasteri da lei fondati dopo questo, i due terzi sarebbero stati consacrati al padre di Gesù. La Madre si sforzava di inculcare il di lui culto in tutti, tutti metteva sotto la di lui protezione, e sempre faceva collocare sopra una porta un’immagine del glorioso protettore. Nelle sue Massime scrive:

Benché possiate onorare più santi come vostri protettori, abbiate nondimeno una devozione particolarissima verso san Giuseppe, il cui credito presso Dio è grande.

La sua autobiografia rivela due scene per le quali la Santa attribuisce il felice esito a san Giuseppe. Una priva volta quando, all’età di 23 anni, era stata colpita da paralisi:

Vedendo il triste stato in cui mi avevano ridotto i medici della terra, mi risolsi a ricorrere a quelli del cielo per ottenere la mia guarigione.

Una seconda volta quando non aveva un soldo in tasca per pagare gli operai del convento:

Talvolta, tutta afflitta, dicevo a Nostro Signore: «Mio Divino Maestro, perché mi comandate cose che sembrano impossibili? E poi a me che sono una donna! Ah, se fossi libera! Ma legata in tante maniere… senza soldi… e senza sapere dove andare a trovarli per il breve e per il lungo periodo… che posso fare, Signore?».

Un giorno, trovandomi nell’impossibilità di pagare certi operai, non sapevo che inventarmi: san Giuseppe, mio vero padre e patrono, mi apparve e mi disse di non temere di farli lavorare, perché avrei avuto modo di pagarli. Obbedii senza avere un soldo in borsa, e Nostro Signore provvide in un modo che sbalordì quanti lo seppero.

Una fiducia e una devozione verso san Giuseppe di cui la santa dà testimonianza con ardore in questo celebre passaggio della sua opera autobiografica:

Presi per avvocato e patrono il glorioso san Giuseppe, e mi raccomandai molto a lui. Non ho ricordo, fino a oggi, di averlo mai supplicato di accordarmi qualcosa e che lui me l’abbia rifiutata. I grandi favori che Dio mi ha fatto per intercessione di questo beato santo sono cosa stupefacente, come pure i pericoli da cui mi ha guardata – anima e corpo.

Sembra che il Signore abbia dato ad altri santi il potere di soccorrerci in certi casi precisi, ma l’esperienza mi ha provato che questo glorioso santo ci soccorre in ogni circostanza. Il Signore vuole così farci intendere che come in terra fu sottomesso a colui che chiamava padre, il suo padre putativo che a tale titolo poteva dargli comandi, così in Cielo fa ancora quello che lui gli domanda.

Altre persone, a cui ho consigliato di raccomandarsi a lui hanno fatto esse pure la medesima esperienza; e ancora oggi sono numerosi quelli il cui fervore in merito viene rinnovato dall’aver esperito questa verità.

Chiedo soltanto, per amore di Dio, a quanti non credono, di farne la prova; l’esperienza mostrerà loro come sia benefico affidarsi al glorioso patriarca e avere devozione per lui.

Santa Teresa d’Avila

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
devozionesan giuseppesanta teresa d'avila
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
6
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni