Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 03 Dicembre |
San Francesco Saverio
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Benedetto XVI confessa la sua devozione a San Giuseppe

GALAZKA/SIPA

Aleteia - pubblicato il 04/04/21

Il Papa emerito in un'intervista inedita rilasciata a 93 anni: “Il suo silenzio, in realtà, è il suo messaggio. Esprime il 'Sì' che ha assunto nella sua unione con Maria, e quindi con Gesù”

Il Papa emerito Benedetto XVI ha confessato la sua devozione a San Giuseppe in un’intervista inedita che ha rilasciato a 93 anni al settimanale cattolico tedesco Die Tagespost. L’intervista completa, realizzata dalla giornalista Regina Einig, verrà pubblicata questo Giovedì Santo.

Vale la pena di ricordare che il nome di Battesimo del Papa emerito è Joseph, Giuseppe in tedesco. Per questo, il santo che è stato il padre adottivo di Gesù è un patrono particolare di Benedetto XVI.

Nell’intervista, il predecessore del Pontefice attuale esorta i cattolici a leggere la lettera apostolica Patris Corde, con cui Papa Francesco ha proclamato l’attuale Anno di San Giuseppe. Si tratta di un testo che “viene dal cuore e va al cuore”, ha commentato il Papa emerito, aggiungendo che “contiene una profondità enorme”.

“Sono particolarmente compiaciuto per il fatto che Papa Francesco abbia richiamato l’attenzione dei fedeli su San Giuseppe. Ho letto con speciale gratitudine e sincera approvazione la lettera apostolica Patris Corde, che il Santo Padre ha pubblicato in occasione dell’anniversario dell’elevazione di San Giuseppe a santo patrono della Chiesa universale 150 anni fa. Ritengo che questo testo debba essere letto e analizzato ripetutamente dai fedeli, contribuendo alla purificazione e all’approfondimento della nostra venerazione dei santi in generale e di San Giuseppe in particolare”.

Benedetto XVI ha sottolineato il silenzio di San Giuseppe, la cui vita umile si allontana dal centro dell’attenzione:

“Il suo silenzio, in realtà, è il suo messaggio. Esprime il ‘Sì’ che ha assunto nella sua unione con Maria, e quindi con Gesù”.

Benedetto XVI dichiara la sua devozione a San Giuseppe

Il Papa emerito ha raccontato che la sua famiglia aveva la forte tradizione di celebrare il giorno di San Giuseppe, il 19 marzo, come data festiva. Si preparava una colazione speciale, con chicchi di caffè macinati al momento – cosa che la famiglia non poteva permettersi di fare tutti i giorni. Il padre del futuro Papa, tra l’altro, apprezzava molto il caffè. In quell’occasione, c’era perfino una tovaglia dedicata in modo particolare al santo sposo della Madonna, e la madre di Joseph Ratzinger preparava una torta glassata. La tavola era poi adornata con fiori di inizio primavera. Non è superfluo ricordare che un simbolo speciale di San Giuseppe è proprio un fiore, il giglio bianco della purezza.

Benedetto XVI ha anche parlato della tradizione significativa che invoca San Giuseppe come patrono della morte santa, visto che ha avuto il privilegio di morire accanto a Gesù e Maria:

“L’idea che abbia concluso la sua vita terrena affidato alle cure di Maria è fondata. Per questo, chiedere che ci accompagni dolcemente nella nostra ultima ora è una forma di pietà altrettanto ben fondata”.

Tags:
benedetto XVIsan giuseppe
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni