Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconSpiritualità
line break icon

4 chiavi di un monaco per vedere l’invisibile di questa pandemia

Alvaro Real - pubblicato il 02/04/21

Dostoevskij, Gogol e Tolstoj hanno cercato risposte negli “starec” del cenobio di Optina Pustinia. Perché non fare lo stesso con il Covid-19?

Il mondo di oggi cerca risposte facili e modelli “low-cost”. Bisogna solo concentrarsi sugli “influencers” e su quello che ci vendono. Ma c’è un mondo che va molto al di là. C’è gente al di là delle nostre serie e dei nostri programmi preferiti; c’è un mondo al di là delle reti sociali. Sono quegli esseri umani dotati di una sensibilità speciale, una capacità ancora più importante di quella comunicativa: sono gli “ascoltatori” del mondo.

In questo mondo in continuo movimento, caratterizzato da attività, produttività e rendimento, c’è gente che apparentemente non fa nulla. Sono le persone inviate per rimanere in silenzio, per non dover svolgere un ruolo, ma solo per contemplare, vedere e aspettare. Se esistesse davvero un comitato di esperti che ci permettesse di uscire meglio da questa pandemia, sarebbero quelli che individuano ciò che vive nell’invisibile, nell’essenziale, quello che con le parole di Saint-Exupery è “invisibile agli occhi”.

Grandi autori e pensatori hanno cercato pace e serenità in questi uomini. Dostoevskij, Gogol e Tolstoj cercavano risposte al dramma dell’uomo tra gli “starec” del famoso cenobio di Optina Pustinia. Perché non fare lo stesso oggi? Perché non cercare risposte in un’abbazia? Vedere la pandemia attraverso gli occhi di un monaco. Sorgono molte domande: dove andiamo? Perché tanta sofferenza? Cos’è che conta? A cosa è servito questo processo? Ne usciremo migliorati? Cosa non vediamo con i nostri occhi? Cos’è davvero l’essenziale in questa pandemia?

Mauro-Giuseppe Lepori, abate generale dell’Ordine Cistercense, risponde nel libro La fe en tiempos de Pandemia (Editorial Encuentro) ad alcune di queste domande. Cosa imparare da questa quarantena globale?, si chiede in un testo basato sulla conferenza che ha offerto l’estate scorsa a La Granda (Asturie, Spagna). Il testo è denso, profondo e arricchente.

Ecco 4 chiavi che ci possono servire:

1 L’importanza del cuore: una spina nella carne del mondo

Nel testo spiega come il significato del mondo intero sia quello che dà senso al cuore umano. Definisce il cuore dell’uomo “una spina nella carne del mondo”, e mostra che questo cuore è la coscienza. Senza il cuore umano, nulla avrebbe senso.

“Il coronavirus e l’economia hanno le proprie leggi, i propri processi, che spesso sembrano impazzire, ribellarsi contro l’uomo, ma nessuna legge fisica, biologica o economica è maggiore della libertà di un unico cuore umano”.

  • 1
  • 2
Tags:
monacipandemia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni