Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 22 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

Suore in Siria riscoprono una preghiera di 700 anni fa contro le epidemie

By Smallcreative | Shutterstock

José Miguel Carrera - pubblicato il 31/03/21 - aggiornato il 31/03/21

Secondo la tradizione, la preghiera venne presentata alle Clarisse di Coimbra nel 1317, durante un'apparizione dell'apostolo San Bartolomeo

Alcune suore in Siria hanno riscoperto una preghiera di 700 anni fa contro le epidemie, ha riferito la fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS).

Le Suore dell’Unità di Antiochia riferiscono che di recente un visitatore è giunto al convento con varie icone per chiedere un parere a madre Agnès de La Croix, superiora del Monastero di San Giacomo Mutilato. La religiosa ha scoperto che una delle icone, che era custodita in un museo di Londra, avea un “incredibile legame con la regina Santa Elisabetta” di Portogallo, canonizzata da Papa Urbano VIII nel 1625.

Questo legame era una preghiera alla Madonna chiedendo protezione contro le epidemie, recitata dalla cosiddetta Rainha Santa (Regina Santa) e dalle Clarisse di Coimbra durante la peste che sconvolse la regione nel XIV secolo.

Secondo la tradizione, il testo della preghiera venne presentato alle Clarisse di Coimbra nel 1317, durante un’apparizione dell’apostolo San Bartolomeo. Il convento venne risparmiato dalla peste.

Ecco la preghiera, che le religiose in Siria recitano ora per la fine della pandemia di Covid-19:

“Stella del Cielo,

che hai allattato il Signore

e hai sconfitto la piaga mortale

piantata dal primo padre degli uomini!

Questa stella si degni ora di trattenere

i corpi celesti le cui battaglie affliggono il popolo

per le crudeli ferite della morte.

O piissima stella del mare,

salvaci dall’epidemia.

Ascoltaci, Nostra Signora,

perché tuo figlio che ti onora non può rifiutarti nulla.

Gesù, salva noi per cui la Vergine Maria ti prega.

Prega per noi, pia Madre di Dio!

Tu che hai schiacciato la testa del serpente, soccorrici”.

Tags:
covidepidemiepreghierasiriasuore
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
3
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
4
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni