Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 28 Giugno |
Sant'Ireneo
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Santi e mistici che hanno avuto la visione dell’Inferno (FOTOGALLERY)

Saints-and-mystics-who-had-a-vision-of-Hell.jpg

Public Domain

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 31/03/21

La descrizione dell'Inferno da parte di santi e mistici è quella di una dimensione lugubre ma non sempre terrificante, e di dolori atroci e indescrivibili che avvertono le anime lì presenti

L’inferno esiste, ci ricorda Papa Francesco, e alcuni santi lo hanno avuto in visione. Le loro descrizioni convergono sulla dimensione lugubre e tenebrosa che si richiama all’inferno. Ma per alcuni le visioni non sono state solo drammatiche e di totale sofferenza.   

L’inferno descritto dai santi che lo hanno visto

La visione di santa Teresa: “Rettili schifosi”

Santa Teresa d’Avila è stata la mistica che forse lo ha descritto in modo più dettagliato. “L’entrata mi pareva come un vicolo assai lungo e stretto, come un forno molto basso, scuro e angusto; il suolo, una melma piena di sudiciume e di un odore pestilenziale in cui si muoveva una quantità di rettili schifosi. Nella parete di fondo vi era una cavità come di un armadietto incassato nel muro, dove mi sentii rinchiudere in un spazio assai ristretto”.

Le sei pene descritte da Santa Faustina

Santa Maria Faustina Kowalska fa una descrizione delle pene che ha avuto in visione nell’Inferno. “Queste le varie pene che ho viste: la prima pena, quella che costituisce l’inferno, è la perdita di Dio. La seconda, i continui rimorsi della coscienza. La terza, la consapevolezza che quella sorte non cambierà mai. La quarta pena è il fuoco che penetra l’anima, ma non l’annienta; è una pena terribile: è un fuoco puramente spirituale, acceso dall’ira di Dio. La quinta pena è l’oscurità continua, un orribile soffocante fetore, e benché sia buio i demoni e le anime dannate si vedono fra di loro e vedono tutto il male degli altri ed il proprio. La sesta pena è la compagnia continua di satana; la settima pena è la tremenda disperazione, l’odio di Dio, le imprecazioni, le maledizioni, le bestemmie”.

La visione “maschile” e quella più terrificante

Tra le visioni “maschili” dell’Inferno c’è quella di San Giovanni Bosco. Lui parlò dell’Inferno come in un sogno fatto in compagnia dell’angelo custode. La visione più terrificante? Probabilmente quella della beataCaterina Emmerick: “All’inferno si sprofondano cavernose prigioni, si estendono orrendi deserti, laghi smisurati rigurgitanti di mostri paurosi, orribili. I demoni sono imprigionati dentro una sfera, che risulta di tanti settori concentrici. Al centro dell’inferno si sprofonda un abisso tenebroso, dov’è precipitato Lucifero in catene, e dove sta immerso tra cupi vapori”.

Tags:
inferno
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni