Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 13 Aprile |
Aleteia logo
Senza categoria
separateurCreated with Sketch.

Ursula von der Leyen e alcuni eurodeputati padrini di persone trisomiche

EUforTrisomy21.jpg

EUforTrisomy21/Brigitte Delibes

Théo

Domitille Farret d'Astiès - pubblicato il 17/03/21

Quando mancano ormai poche decine di ore alla giornata mondiale della Trisomia 21 (il 21 marzo), un centinaio di eurodeputati si sono impegnati a far da padrino ad altrettante persone portatrici della sindrome di Down.

Con l’arrivo della giornata mondiale della Trisomia 21, il prossimo 21 marzo, 111 eurodeputati hanno scelto di far da padrini a Naomi, Martina, Max, Michaela o ancora Alvaro Maria – tutti portatori di Trisomia 21.

In mezzo ai deputati, Ursula von der Leyen ha annunciato il 15 marzo scorso – a mezzo di una storia Instagram – che avrebbe partecipato all’operazione come madrina di Natalie, una giovane tedesca trisomica. Si contano però anche eurodeputati spagnoli, rumeni, cechi, estoni, austriaci, maltesi e francesi. Tra questi ultimi si segnalano François-Xavier Bellamy (Partito Popolare Europeo), David Cormand (Verdi/Alleanza Libera Europea) o anche Sylvie Brunet (Renew).

Queste personalità hanno risposto all’invito di EUforTrisomy21, associazione di genitori di figli trisomici da tutta Europa creata per impulso di Tombée du Nid e che rappresenta 19 Paesi. EUforTrisomy21 propone loro di andare a conoscere una persona trisomica e la sua famiglia. L’obiettivo della campagna è quello di scoprire una realtà spesso misconosciuta attraverso un incontro personale, e poi di relazionare in merito per sensibilizzare il largo pubblico e i membri dell’Europarlamento.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Top 10
See More