Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconChiesa
line break icon

Vi costa dominarvi? L’esempio di questo santo vi aiuterà a non scoppiare

GNIEW

BOSS BTKPHOTOGRAPHY | Shutterstock

Dolors Massot - pubblicato il 16/03/21

Il dominio di sé è manifestazione di forza e mitezza. Non è da codardi, al contrario: è la prova della nostra maturità

Vi costa dominarvi e vorreste migliorare? Il dominio di se stessi è un valore che denota maturità. Nell’infanzia il bambino protesta, si arrabbia, scalcia e arriva a graffiare o a picchiare, finché i grandi non gli insegnano come incanalare quell’ira. Gli offrono argomentazioni, gli fanno vedere che è amato, gli spiegano le cose…

Arriva l’adolescenza e tutto ribolle, dentro e fuori. Non mi capiscono, quello che dicono i miei genitori è ingiusto… Il mondo cospira contro il giovane, e si scatena un fiume di passioni. L’ira è una di queste.

Quando si è grandi, l’abitudine della forza fa sì che non rispondiamo alle cose al primo impulso. In questo interviene la virtù della prudenza, che ci aiuta a giudicare bene prima di agire correttamente. Valutiamo ciò che accade, ponderiamo le cose e poi decidiamo.

Quando una persona non ha acquisito sufficiente maturità, però, l’ira è una passione che porta alla violenza. Lo vediamo in un litigio tra compagni di scuola o in strada, nelle manifestazioni, nelle partite di calcio, in una notte a base di alcool, in una discussione per una questione di traffico.

Attacchi pericolosi

Quando una persona non si domina, passa da zero a cento in pochi secondi, e questo culmina sempre in atti di cui in seguito si pente, perché fa del male a qualcuno, con le parole o con i fatti. Per non parlare di quando gli scontri provocano feriti o perfino morti.

Quante volte abbiamo insultato solo perché ci andava, o abbiamo agito in modo violento nei confronti dei nostri fratelli (pensando che c’è fiducia e non succede niente), dei nostri amici o magari di qualcuno che abbiamo visto per la prima volta in un bar o per strada?

  • 1
  • 2
Tags:
autocontrollomaturitasanti e beati

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni