Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 14 Aprile |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

La basilica di San Lorenzo in Damaso, il papa archeologo e poeta

shutterstock_503989564.jpg

Renata Sedmakova | Shutterstock

Marinella Bandini - pubblicato il 16/03/21

Rivivi l’antica tradizione quaresimale dei cristiani di Roma. Alla scoperta delle “chiese stazionali”

Le stazioni quaresimali ci portano in un altro luogo dedicato a San Lorenzo: San Lorenzo in Damaso. Il titolo “in Damaso” fa riferimento a Papa Damaso (IV secolo), grande devoto del diacono Lorenzo, di origine spagnola come la mamma del Pontefice, Lorenza. La basilica sorge sulla casa paterna di Papa Damaso, i cui resti riposano sotto l’altare.

In un’epoca in cui il culto della Chiesa si spostava nelle grandi chiese romane, Papa Damaso fece un’operazione storico-archeologica di grande valore: si preoccupò di custodire le catacombe, con una sistematica ricognizione delle tombe dei martiri, e studiò le testimonianze che potessero consentire di ricostruire e autenticare le loro vicende. Compose anche brevi epigrammi di lode e in memoria dei martiri.

Scrive di San Lorenzo: “Verbera, carnifices, flammas, tormentas, catenas / vincere Laurenti sola fides potuit” (Lorenzo solo con la sua fede potè vincere i flagelli, i carnefici, le fiamme, le torture, le catene).

La basilica di San Lorenzo in Damaso ha subito molti restauri nel corso del tempo. Nel XV secolo è stata leggermente spostata per costruire il Palazzo della Cancelleria, nel quale è stata inglobata. L’odierna basilica è frutto del rifacimento Ottocentesco di Valadier e di quello successivo di Vespignani.

Nella cappella del Santissimo Sacramento è conservata l’icona della Madonna Haghiosoritissa (XI secolo), in una cappella laterale è custodito il Crocifisso davanti al quale pregava santa Brigida e che le avrebbe parlato.

La memoria dei martiri, nello spirito di Papa Damaso, accompagni il nostro cammino di fede

Dio è per noi rifugio e fortezza,

aiuto infallibile si è mostrato nelle angosce.

Perciò non temiamo se trema la terra,

se vacillano i monti nel fondo del mare.

(Sal 45)

* In collaborazione con l’Ufficio comunicazioni sociali del Vicariato di Roma

Tags:
chiese stazionaliquaresimastazioni quaresimali
Top 10
See More