Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 11 Agosto |
Santa Chiara di Assisi
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Lo sceneggiatore di “Basic Istinct”: “Dio, per favore, aiutami!”

JOE ESZTERHAS

LUCY NICHOLSON | AFP

Ary Waldir Ramos Díaz - pubblicato il 12/03/21

Il Vaticano ha incluso la testimonianza dello sceneggiatore di Hollywood Joe Eszterhas nel nuovo sussidio pastorale “24 ore per il Signore”

Il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione ha incluso la testimonianza del noto sceneggiatore di Hollywood Joe Eszterhas nel nuovo sussidio pastorale per vivere l’iniziativa “24 ore per il Signore”. La guida è intitolata “Egli perdona tutte le tue colpe” (Salmo 103, 3), e aiuta a vivere il sacramento della riconciliazione.

Nonostante la pandemia, Papa Francesco ha stabilito che l’iniziativa “24 ore per il Signore” si celebri nuovamente quest’anno, il 12 e il 13 marzo, in prossimitò della quarta domenica di Quaresima.

La testimonianza di Joe Eszterhas: fumo e alcool

Nel testo, si presenta la conversione di Joe Eszterhas quando i medici gli hanno diagnosticato un cancro alla gola nell’aprile 2001. “La conversione di Joe ricorda la scena biblica della donna che voleva toccare il manto di Gesù per essere curata”.

Il famoso sceneggiatore di Hollywood, autore della sceneggiatura del film Basic Instinct, ha raccontato come si sia visto crollare il mondo addosso. Si è sottoposto a un delicato intervento, nel quale gli è stato asportato l’80% della laringe e gli è stato inserito un tubo perché potesse respirare. Durante la visita post-operatoria, i medici gli hanno detto: “Deve smettere immediatamente di bere e di fumare, altrimenti morirà”.

“Ho iniziato a fumare a dodici anni”, ha scritto Joe in un libro autobiografico, “e a bere a quattordici. A 56 anni, non ho passato un solo giorno negli ultimi 44 senza fumare o bere qualcosa di alcolico”.

Famiglia cattolica

Joe è nato in una famiglia cattolica ungherese alla fine della II Guerra Mondiale, nel 1944. La sua famiglia è sfuggita dagli orrori della guerra in un campo di rifugiati gestito dagli Alleati, da dove in seguito è emigrata negli Stati Uniti.

Tutta la famiglia è stata segnata dalla sofferenza della madre, malata mentale e morta di cancro. Questi eventi hanno chiuso il giovane Joe all’esperienza della fede.

Da adulto, Joe Eszterhas ha iniziato a lavorare per un quotidiano di Cleveland come reporter di notizie poliziesche, coprendo innumerevoli sparatorie e guerriglie urbane.

In questo modo, ha sperimentato quotidianamente il lato oscuro, brutale e trasgressivo della sua città. Nel frattempo, ha anche scoperto che suo padre, durante la II Guerra Mondiale, aveva sostenuto i nazisti e aveva organizzato attivamente la propaganda antisemita.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
conversioneevangelizzazionevaticano
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni