Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 03 Dicembre |
Blanca de Castilla
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Da dove provengono gli inni della Liturgia delle Ore?

Dennis Debono | Shutterstock

Padre Henry Vargas Holguín - pubblicato il 11/03/21

Conoscete (e ascoltate) questo elemento poetico dell'Ufficio Divino destinato alla lode di Dio

La Liturgia delle Ore, o Ufficio Divino, è un insieme di elementi (salmi, antifone, canti biblici, inni, preghiere, responsori, letture bibliche, letture patristiche – normalmente sono i testi dei Padri della Chiesa – e spazi di silenzio meditativo) che la Chiesa ha organizzato e stabilito per la preghiera in determinate ore del giorno.

Il fine della Liturgia Ore è quindi quello di consacrare il tempo e il suo scorrere – le ore – al Signore, prolungando o estendendo la preghiera eucaristica e la comunione con Cristo effettuata nel Sacrificio della Messa, indipendentemente dal fatto che questa venga celebrata la mattina o il pomeriggio.

La Liturgia delle Ore costituisce, insieme alla Santa Messa, la preghiera pubblica e ufficiale della Chiesa.

Chi prega avvalendosi della Liturgia delle Ore fa un passo avanti nel cammino nel corso della giornata per pregare con la Chiesa anche se è da solo. La Chiesa invita TUTTI a recitare la Liturgia delle Ore:

“Anche gli altri fedeli, secondo le circostanze, sono caldamente invitati a partecipare alla liturgia delle ore, in quanto è azione della Chiesa” (Codice di Diritto Canonico, can. 1174, 2).

Sacerdoti, religiosi e religiose hanno il dovere di recitare l’Ufficio Divino o la Liturgia delle Ore.

Inni per la lode

Come si è già detto, uno degli elementi importanti della Liturgia delle Ore sono gli inni.

Gli inni sono uno degli elementi poetici della Liturgia delle Ore, e una creazione lirica destinata alla lode divina.

Il termine “inno” deriva dalla parola greca “imnos”, che indicava un canto festivo che, accompagnato dalla cetra, veniva intonato in onore degli eroi o degli dèi.

In seguito, nella letteratura cristiana greca, l’inno appare come un canto alla gloria di Dio, e nella liturgia come una supplica.

“Gli inni… sono destinati specificamente alla lode di Dio, … muovendo e stimolando gli animi a una pia celebrazione. Spesso tale efficacia è accresciuta dalla loro bellezza letteraria. Inoltre gli inni nell’Ufficio sono come il principale elemento poetico composto dalla Chiesa” (Istruzione Generale della Liturgia delle Ore, 173).

  • 1
  • 2
Tags:
inniliturgia delle ore
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni