Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 16 Aprile |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Il cristianesimo ha salvato la dignità della donna, afferma un vescovo

COLORS

eldar nurkovic | Shutterstock

José Miguel Carrera - pubblicato il 10/03/21

“Gli storici sono costretti a confessare che sono stati i cristiani a restaurare la dignità del matrimonio”


Il cristianesimo ha salvato la dignità della donna, ha dichiarato l’8 marzo il vescovo dell’Amministrazione Apostolica San Giovanni Vianney, monsignor Fernando Arêas Rifan.

In un articolo scritto in occasione della Giornata Internazionale della donna ha scritto:

“A loro rendiamo il nostro omaggio per la loro grande dignità e il loro valore agli occhi di Dio e degli uomini. A tutte le donne vanno il nostro rispetto e la nostra immensa gratitudine (…) È stato il cristianesimo a salvare la dignità della donna. La storia, nelle testimonianze di Giovenale e Ovidio, ci dice che la morale sessuale e la fedeltà coniugale, prima del cristianesimo, erano estremamente degradate”.

Il vescovo ricorda:

“All’inizio del II secolo, [lo storico romano] Tacito affermava che una donna casta era un fenomeno raro. [Dall’altro lato] Galeno, medico greco del II secolo, rimaneva colpito dalla rettitudine del comportamento sessuale dei cristiani. Gli stessi storici sono costretti a confessare che sono stati i cristiani a restaurare la dignità del matrimonio”.

Il cristianesimo ha salvato la dignità della donna

Menzionando la Lettera alle Donne scritta nel 1995 da Papa San Giovanni Paolo II, il vescovo ha anche ricordato che la donna e l’uomo hanno la stessa dignità ma non sono identici:

“Nella visione della Chiesa, l’uomo e la donna sono stati chiamati dal Creatore a vivere una profonda comunione tra loro, conoscendosi reciprocamente, per donarsi e agire insieme, tenendo al bene comune con le caratteristiche complementari di quello che è femminile e maschile”.

Il presule ha anche ricordato che la Chiesa è sempre stata un ambiente in cui le donne sono state incentivate e sostenute a creare comunità religiose con governo proprio, come anche scuole, collegi, ospedali e orfanotrofi, cosa molto insolita nel mondo antico.

Circa le violenze che subiscono le donne, il monsignore ha ricordato i messaggi di Papa Francesco:

“Il forte appello del Pontefice è contro i vari tipi di violenza che hanno generato un ‘numero impressionante’ di donne ‘colpite, offese, violate’. Di fronte a questo tipo di ‘codarda degradazione per tutta l’umanità’, Francesco chiede che siano protette dalla società e che la sofferenza delle vittime, attraverso il ‘grido di richiesta di aiuto’, venga ascoltato”.

Tags:
cristianesimodignitàdonnedonne nella chiesamatrimonio
Top 10
See More