Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 15 Aprile |
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

“Tutto concorre al bene”: solo una donna può dirlo in pienezza

back view photo of a woman in black sleeveless top carrying a toddler

Di GaudiLab|Shutterstock

Photo by Flora Westbrook on <a href="https://www.pexels.com/photo/back-view-photo-of-a-woman-in-black-sleeveless-top-carrying-a-toddler-2547991/" rel="nofollow">Pexels.com</a>

Don Antonello Iapicca - pubblicato il 09/03/21

“Tutto concorre al bene”: solo una donna può dire in pienezza e gridare al mondo questa Parola di Dio annunciata da San Paolo.

“Tutto concorre al bene”: solo una donna può dire in pienezza e gridare al mondo questa Parola di Dio annunciata da San Paolo. Solo una donna con la fede, una donna con gli occhi di Dio, perché sa che tutto quello che vive nei nove mesi di gravidanza, e non solo, tutto quello che vive la donna in ogni momento – quando ha il ciclo, quando è malata, i cambiamenti di umore, anche le crisi e le depressioni, come le vette di entusiasmo – tutto le accade per gestare e generare una vita nuova.

“Tutto concorre al bene” perché il bene è Cristo

“Tutto concorre al bene” perché il bene è Cristo, e, anche se nubile o senza aver avuto figli, ogni donna sa, perché è scritto nella sua natura, in ogni cellula e in ogni pensiero, che tutto in lei è in vista di una nuova vita. Tutto di lei è in vista di Cristo, della sua gestazione, della sua nascita, della sua crescita nella persona. La donna sa che tutto nella storia, nella natura, nella vita di ciascuno, è in attesa di Cristo.

Sa che tutto prepara Cristo, perché lo porta scritto dentro. La donna sa che “tutto concorre al bene” perché il Bene, la salvezza fatta carne in Cristo, è legato alla sua maternità, una maternità che non si esaurisce con il parto, ma che dura tutta la vita. E tutta la vita non è altro che un grembo fecondato dallo Spirito Santo che corre verso il Cielo, dove saremo per sempre con il nostro vero Bene, lo Sposo più bello che vi sia. Per questo la donna sa che “tutto concorre al bene”: lo vive, lo sente, e lo vede.

Come Maria sotto la Croce

Sempre, anche nei momenti più oscuri, come e con Maria anche sotto la Croce con la spada a trapassarle l’anima. Anche lì, nel buio che avvolge tutta la terra, il suo grembo è in attesa della nuova nascita del suo Figlio, la risurrezione con la quale fa nuove tutte le cose. Perché la donna sa di avere in grembo il Bene, da custodire mentre vive il tutto che concorre a darlo alla luce.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA DON ANTONELLO IAPICCA

Tags:
donnefesta della donnavocazione femminile
Top 10
See More