Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 26 Luglio |
San Giacomo il Maggiore
home iconChiesa
line break icon

Il Papa in Iraq tra sorrisi, doni del Presidente e disabili (FOTOGALLERY)

VATICAN MEDIA / AFP

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 06/03/21

L'incontro cordiale con il presidente iracheno, la storica omelia nella basilica dilaniata in passato dagli attentati, l’abbraccio con i suoi “diversamente abili”. Così è iniziato il viaggio di Francesco in Iraq

Nel segno della cortesia e dei primi storici incontri. Il viaggio apostolico in Iraq di Papa Francesco all’insegna del motto evangelico “Siete tutti fratelli “, è iniziato il 5 marzo per concludersi il prossimo 8 marzo.

L’accoglienza positiva delle istituzioni 

Papa Francesco è stato accolto nella capitale Baghdad, oltre che dall’entusiasmo dei fedeli, anche dai sorrisi e dalle strette di mano delle massime istituzioni del Paese. Che lo hanno omaggiato prima in aeroporto e poi al Palazzo Presidenziale. 

Il primo fatto saliente in questo viaggio del Papa è stato il caloroso saluto con il Presidente della Repubblica d’Iraq, Barham Ahmed Salih Qassim, e la consorte, all’ingresso del Palazzo. Dopo gli inni e la presentazione delle rispettive delegazioni, il Francesco ha ricevuto un omaggio floreale da due bambini.

L’abbraccio tra il Papa e il clero dell’Iraq

Il momento più toccante della prima giornata, invece, è stato probabilmente l’incontro, il primo della storia, di un Papa con vescovi, religiosi e catechisti in Iraq. E si è svolto nella Cattedrale di Sayidat al-Nejat (Nostra Signora della Salvezza). Un luogo che porta i segni delle sofferenze degli iracheni, poichè teatro di due attacchi terroristici, estremamente sanguinosi, l’ultimo nel 2010.

I passaggi salienti del discorso

Lo ha ricordato il Papa nel suo discorso in cattedrale: «Siamo riuniti in questa Cattedrale di Nostra Signora della Salvezza, benedetti dal sangue dei nostri fratelli e sorelle che qui hanno pagato il prezzo estremo della loro fedeltà al Signore e alla sua Chiesa. Possa il ricordo del loro sacrificio ispirarci a rinnovare la nostra fiducia nella forza della Croce, e del suo messaggio salvifico di perdono, riconciliazione e rinascita».

Tags:
Papa in Iraqviaggio papale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni