Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 19 Aprile |
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Il Covid trasforma un sindaco: ritrova la fede e diventa “francescano”

enrico-bini-sindaco-e1614184622595.jpg

Facebook | Enrico Bini

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 24/02/21

Enrico Bini, 65 anni, primo cittadino di Castelnovo Monti (Reggio Emilia), ha combattuto quasi due mesi contro il Coronavirus. Ora porta i sandali e si prepara ad un pellegrinaggio da San Francesco ad Assisi

La fede gli ha trasformato la vita durante il Covid, e oggi si prepara ad un pellegrinaggio in un luogo simbolo del cristianesimo mondiale: Assisi. E’ la storia di un sindaco, che aveva messo da parte il Signore, e nei mesi scorsi ha lottato duramente contro il Covid. Alla fine Enrico Bini, 65 anni, primo cittadino di Castelnovo Monti (Reggio Emilia), ce l’ha fatta. Da quella malattia è uscito, però, un uomo “nuovo”, cambiato.

«I medici dicono che sono passato da un buco stretto… Anche per questo, ho riscoperto la fede quando ho avuto il Covid. Andrò in pellegrinaggio ad Assisi e in devozione a San Francesco indosso sempre i sandali, anche con la fascia tricolore. Durante la malattia ho scritto al Papa. Mi ha risposto e conservo la lettera come una reliquia…», dichiara a Il Resto del Carlino, 23 febbraio.

I problemi respiratori e la TAC

Bini, 65 anni è stato il primo sindaco della provincia reggiana ad essere contagiato dal Coronavirus. «Non c’è ancora la conferma del tampone – affermava Bini il 22 marzo 2020 – ma esami effettuati ieri 21 marzo, in particolare la TAC, hanno evidenziato una polmonite virale e i medici sono fortemente orientati a ipotizzare che sia da Covid-19. Il quadro al momento è di un coinvolgimento polmonare modesto: i medici sono assolutamente ottimisti anche sui tempi di ripresa. Ho iniziato la terapia a casa, dove ovviamente sono in quarantena, ma continuerò ad essere operativo se le condizioni rimarranno quelle attuali, che pur con qualche difficoltà per la febbre me lo consentono» (Next Stop Reggio, 22 marzo 2020).

I tamponi negativi

Il giorno dopo, il 23 marzo ha ricevuto l’esito del tampone positivo, mentre le sue condizioni gradualmente peggioravano. Una battaglia durata diverse settimane per allontanare lo spettro della polmonite. Bini è stato anche ricoverato in ospedale per problemi respiratori. E solo il 7 maggio 2020 ha avuto l’esito del doppio tampone negativo e quindi della guarigione definitiva dal Covid.

E’ in questo arco di tempo che il sindaco ha risentito vicina la presenza del Signore e la fede è tornata a sbocciare con la preghiera.




Leggi anche:
Sente la figlia dal Paradiso: così il Covid cambia la vita a un non credente

Un’agonia durata due mesi

«Come potrete capire sono estremamente felice – scriveva sul suo profilo Facebook – e anche commosso nel pensare a coloro che mi hanno accompagnato lungo questo percorso di malattia e guarigione piuttosto lungo, trascorso inizialmente con terapie affrontate a casa, poi con il ricovero a Reggio, e infine con la quarantena in albergo» (Reggio Report, 7 maggio 2020).

sindaco bini – castelnovo monti
Facebook | Enrico Bini

Un sindaco “francescano”

A nessuno sinora aveva svelato l’importanza della fede nel percorso di guarigione dal Covid, ma il fatto di portare i sandali francescani ha fatto nutrire più di qualche dubbio.

E così a Il Resto del Carlino ha spiegato di aver avuto la corrispondenza con Papa Francesco, e la la volontà di fare un pellegrinaggio ad Assisi per vivere la sua quotidianità in modo ancora più “francescano”.


PARAGUAY

Leggi anche:
Hanno vinto il Covid, lottano contro il cancro e rinnovano i voti matrimoniali dopo 45 anni


MICHELA DI GIORE

Leggi anche:
Il diario del Covid-19 di mamma Michela: la fede e l’amore sono stati la mia salvezza!

Tags:
covidfedesan francesco d'assisi
Top 10
See More