Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 26 Febbraio |
Religiosa e Fondatrice
home iconChiesa
line break icon

La basilica di San Pietro in Vincoli, un inno alla libertà

Stefano_Valeri | Shutterstock

Marinella Bandini - pubblicato il 22/02/21

Rivivi l’antica tradizione quaresimale dei cristiani di Roma. Alla scoperta delle “chiese stazionali”

La basilica di San Pietro in Vincoli deve il suo nome alla preziosa reliquia che custodisce: le catene (vincula) di S. Pietro.

Qui tutto parla di liberazione. Nel rosone della volta, sopra l’ingresso, si legge: “Dirupisti vincula mea”, “Hai spezzato le mie catene”.

Secondo la tradizione, le catene con cui l’apostolo fu incarcerato a Gerusalemme furono donate all’imperatrice d’Oriente Elia Eudocia, che a sua volta le donò alla figlia, Licinia Eudossia. La giovane imperatrice le donò a Papa Leone Magno. Il Papa accostò le catene a quelle della prigionia di S. Pietro a Roma: appena si toccarono, si fusero in una sola, oggi custodita sotto l’altare. In memoria del miracolo, nel 442, iniziarono i lavori della basilica chiamata, per questo, S. Pietro in Vincoli.

Nella cripta sono custodite le reliquie dei sette fratelli Maccabei, morti per la fede nel II secolo a.C. I primi cristiani ammiravano questi martiri del giudaismo, considerandoli precursori dei martiri cristiani, e il loro culto si diffuse rapidamente.

Infine il “gioiello” di questa basilica, la statua del liberatore d’eccezione del popolo d’Israele: Mosè. La statua è stata scolpita da Michelangelo per il monumento funebre di Papa Giulio II.


MICHELANGELO'S MOSES

Leggi anche:
Il Mosè di Michelangelo ha le corna. Perché?

Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa (Mt 16,18)

* In collaborazione con l’Ufficio comunicazioni sociali del Vicariato di Roma

Tags:
chiese stazionaliquaresimasan pietrostazioni quaresimali
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
3
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
MUM, HUG, CHILD
Annalisa Teggi
Mamma si suicida insieme al figlio, ma lo salva con l’ultim...
6
FAUSTINA
don Marcello Stanzione
I Cherubini e l’Inferno: le visioni degli angeli di santa Faustin...
7
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni