Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 05 Marzo |
San Giovanni Giuseppe della Croce
home iconChiesa
line break icon

3 santi che ci mostrano come dev’essere la Quaresima

SAINTS

Public Domain | Public Domain | Shutterstock

Nicholas Senz - pubblicato il 18/02/21

Questi grandi santi possono aiutarci a vivere meglio questo periodo di preparazione alla Pasqua

Il nostro calendario liturgico è pieno di santi che hanno condotto una vita colma di grazie straordinarie. Fungono da modelli di vita cristiana per noi, e sono stati elevati agli onori degli altari proprio per mostrarci che anche noi possiamo donare la nostra vita a Gesù e far sì che le nostre azioni siano animate dal Suo Spirito.

Nel periodo della Quaresima siamo chiamati a esaminare la nostra vita, ad abbandonare il peccato e a rinnovare il nostro impegno di vivere come Cristo ci ha insegnato. Tradizionalmente, siamo invitati a coinvolgerci in tre pratiche che Gesù ci raccomanda in Matteo 6: elemosina, preghiera e digiuno. Abbracciando queste pratiche, possiamo rinnovare la nostra vita spirituale.

Molti santi hanno fatto di queste pratiche il centro della loro vita. Anche se possiamo non corrispondere agli estremi in cui i santi hanno applicato queste discipline, possiamo ancora imparare dal loro spirito. Prendiamo in considerazione tre santi i cui giorni di festa vengono celebrati durante la Quaresima e la cui vita è stata un esempio di vita cristiana.

L’elemosina – Katherine Drexel

Fare l’elemosina è la pratica di donare ai bisognosi (la parola “elemosina” deriva dal greco eleēmosunē, “compassione”, la cui radice è eleos, “misericordia”). La tradizione cristiana ci dice che abbiamo il dovere di prenderci cura di poveri, vedove, orfani e stranieri (cfr. Esodo 22-23 o Giacomo 1). Alcuni santi sono arrivati al punto da donare non solo quello che era in eccesso, ma tutto ai poveri.

Santa Katharine Drexel, che si festeggia il 3 marzo, era un’ereditiera statunitense nata poco prima della Guerra Civile. Rinuciò alla sua ricchezza (equivalente a 200 milioni di dollari attuali!) ed entrò in convento. Aveva un cuore missionario, e dedicò la sua vita a servire i nativi americani e gli afroamericani, aprendo scuole per loro in tutto il Paese.

La preghiera – Domenico Savio

La preghiera, l’“elevazione del cuore e della mente a Dio”, come l’ha definita San Giovanni Damasceno, è fondamentale per il nostro rapporto con il Signore. In Quaresima, torniamo alla preghiera e ci allontaniamo dalle distrazioni del mondo. San Domenico Savio, la cui festa cade il 9 marzo, ha vissuto solo 14 anni, ma la sua vita è stata caratterizzata dalla preghiera. Trascorreva ore in meditazione silenziosa e aveva visioni celesti, anche mentre giocava con gli altri bambini. Avendo una salute fragile e forse sentendo che non sarebbe vissuto a lungo, sapeva che poteva quantomeno pregare.

Il digiuno – Giuseppe Oriol

San Giuseppe Oriol, che viene celebrato il 23 marzo, è stato un sacerdote e professore spagnolo del XVII secolo. Oltre ai suoi insegnamenti, è diventato noto non solo per le tante guarigioni miracolose che ha operato, ma anche per il suo intenso regime di digiuno. Durante la Quaresima, ogni anno mangiava solo una volta a settimana!

Volgetevi ai vostri amici celesti in questa Quaresima

Trascorrere la Quaresima con i santi è un ottimo modo per crescere nella santità. Possiamo trarre ispirazione conoscendo la loro vita. Anche se la maggior parte di noi non ha fortune da donare, possiamo essere più generosi con quello che abbiamo nei confronti di chi ha meno. Anche se pochi di noi hanno visioni mistiche nella preghiera, possiamo impegnarci a trascorrere più tempo in silenzio con Dio. Anche se probabilmente nessuno di noi potrebbe sussistere con un unico pasto a settimana, tutti noi possiamo trovare dei lussi a cui rinunciare. Mettendo da parte queste cose, scopriremo che abbiamo più spazio nel nostro cuore per ciò che è più necessario: la grazia di Dio.

Tags:
quaresimasanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
Lucandrea Massaro
Benedetto XVI conferma la fedeltà a Francesco «Non ci sono due Pa...
6
PUSTYNIA
Felipe Aquino
Attenzione alle penitenze assurde in Quaresima
7
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni