Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 25 Settembre |
San Cleopa
home iconFor Her
line break icon

Spaceclearing: l’arte di liberare dal superfluo la casa e il cuore

WOMAN,

Kostikova Natalia | Shutterstock

Silvia Lucchetti - pubblicato il 10/02/21

Lo spaceclearing, "la purificazione degli spazi", per liberarci dell'inutile e recuperare una dimensione fisica e spirituale più sana

Nell’ultimo numero delle rivista BenEssere, la salute con l’anima ci ha particolarmente incuriosito un originale articolo dal titolo: “Liberarsi del superfluo – Mettiamo ordine nella casa e nel cuore” a firma di Caterina Allegro in collaborazione con la dottoressa Lucia Larese coach e scrittrice, esperta di spaceclearing.

Che cos’è lo spaceclearing?

Scopriamo così l’esistenza di un nuovo approccio per aiutarci nella crescita personale: lo spaceclearing, letteralmente “purificazione degli spazi”, l’arte di fare spazio in casa ma anche nella propria vita. E chi non ne sente la necessità?

Tutto parte dalla constatazione che l’80% di ciò che riempie le nostre case non viene utilizzato: accumuliamo tanta roba inutile che non ci serve realmente…

(…) sedotti da intelligenti operazioni di marketing che creano nuovi bisogni e trend di consumo che vanno a compensare l’interiore insoddisfazione creata dalla mancanza di tempo e relazioni soddisfacenti (Ibidem)

come spiega Lucia Larese che ha avuto l’intuizione di importare anche in Italia questa nuova “filosofia” di liberazione esteriore ed interiore.


MATKA SPRZĄTA ZABAWKI

Leggi anche:
Riordinare, buttare, smistare… Perché non mettere un po’ di ordine a casa vostra?

Smaltire il superfluo ci fa sentire insicuri

E più accumuliamo “”fuffa”, più diventa difficile disfarcene: smaltire il superfluo ci fa sentire insicuri.

Ma la sicurezza dell’accumulo è solo apparente. In realtà si tratta di una gabbia, che di fatto ci blocca innescando tutta una serie di comportamenti negativi. (BenEssere)

Mentre la casa deve rappresentare lo specchio di ciò che veramente ci serve: emendare ed ordinare i nostri spazi domestici ci fa liberare spazio anche nella mente e nel cuore, nei pensieri e nelle emozioni.

BAŁAGAN
NinaMalyna | DepositPhotos

Ordinare ci fa liberare spazio nella mente e nel cuore

È soprattutto lo spirito a beneficiare dell’affrancamento dal superfluo, come sottolinea Larese:

Partendo dalla materialità – togliendo l’inutile per essere più organizzata – faccio chiarezza nei miei pensieri e ho più tempo per guardare un tramonto, ascoltare musica, vivere le relazioni. In me che sono credente, questo processo ha innescato anche una riscoperta spirituale, perché il mio approccio alla vita è cambiato, diventando più essenziale e più profondo. (Ibidem)

Come realizzare in pratica questa “liberazione”? L’indicazione che viene data non è quella di seguire la drastica “ricetta” americana che prevede di buttare gli oggetti che non si usano da un anno:

Penso che la casa vada svuotata in maniera amorevole, ascoltando con attenzione noi stessi e gli oggetti che parlano di noi. (BenEssere)

Spaceclearing? Sì, ma senza imporlo a tutta la famiglia

E bisogna evitare di pretendere che figli e mariti sposino, e con immediatezza, la nostra missione, o peggio di metter mano ai loro oggetti e farglieli sparire a tradimento.

Come a dire di stare attenti che la “cura” non si riveli peggiore della “malattia” da cui abbiamo deciso di guarire.

Il suggerimento da tenere a mente si può sintetizzare così:

Se ci mettiamo a sistemare in maniera gioiosa, spesso è sufficiente che gli altri ci vedano per seguire il nostro esempio. Dobbiamo essere la scintilla del cambiamento, ma senza imporlo. (Ibidem)

Forse più facile a dirsi che a farsi 🙂

Ma di questi tempi, promuovere l’idea di un contagio virtuoso per liberarci dalla pandemia dell’inutile non è certo proposta da poco! Possiamo provarci!




Leggi anche:
Vuoi stare bene con te stessa? Tieni il pavimento pulito e prega!

CLICCA QUI PER ABBONARTI ALLA RIVISTA

Tags:
benesserecasa
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
5
Gelsomino Del Guercio
Scandalo droga e festini gay con il prete: mea culpa del vescovo ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni