Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 23 Febbraio |
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

Vuoi davvero portare Gesù fino agli estremi confini della terra?

WOMAN, ICE, ANTARCTICA

Christopher Moswitzer | Shytterstock

Matrimonio cristiano - pubblicato il 09/02/21

... ecco, allora comincia ad aprire la porta al tuo vicino di casa e prendi sul serio le sue ferite quando bussa per farsi prestare lo zucchero.

Di Giorgio e Valentina Guizzi

Giovedì scorso la liturgia ci ha presentato un brano dal Vangelo di Marco, ne riportiamo solo un passaggio :

E diceva loro: «Dovunque entriate in una casa, rimanetevi finché non sarete partiti di lì. Se in qualche luogo non vi accogliessero e non vi ascoltassero, andatevene e scuotete la polvere sotto i vostri piedi come testimonianza per loro».

WOMAN, BINOCULARS, RED

Leggi anche:
Ho scoperto una galassia lontanissima: sono riuscita a capire mio marito!

Agli estremi confini … cioé di cuore in cuore

È interessante come Gesù concepisca la missione apostolica, non assomiglia a quegli imprenditori che rincorrono i grandi numeri a scapito della qualità. Sembra un po’ in antitesi con l’altro comando di Gesù di andare in tutto il mondo a convertire le genti.

Qui invece parla di una casa, parla cioè di intimità, di entrare in relazione personale con gli altri. Non ha parlato di stadi gremiti, di cattedrali da 3000 posti a sedere, non ha parlato di megaraduni di preghiera, di folle oceaniche alla processione del Corpus Domini. Ma Lui non è mica quello che era venuto per salvare tutti? Non ha forse bisogno che i suoi discepoli lo annuncino fino a tutti i confini della terra, altrimenti come fa la sua salvezza a raggiungere tutti gli uomini ?

La prospettiva di vedere tutti gli uomini, in tutti i confini della terra, essere veri discepoli di Gesù è sicuramente esaltante e desiderabile, ma perché ciò accada c’è bisogno di passare di casa in casa, forse non fisicamente, ma è come dire che l’evangelizzazione passa attraverso una relazione personale.

Un po’ di zucchero e la buona notizia che cambia la vita

Del resto anche Gesù ha avuto bisogno di cercarsi degli amici, ne ha scelti dodici. E tra questi ce ne erano tre più intimi, infatti ad assistere alla sua Trasfigurazione si è portato solo questi tre. Anche Gesù ha fatto delle discriminazioni. Ed invita i suoi apostoli a seguire questo stile nell’evangelizzazione.

NEIGHBOURS
Gulliver20 | Shutterstock

Gesù conosce bene il cuore umano, e sa che la sua Parola di salvezza è sì rivolta a ogni uomo, ma non a una massa informe e sconosciuta. A Lui piace la relazione cuore a cuore, infatti quando si paragona al pastore dice che Lui conosce le sue pecore una a una. Bisogna rimanere in quella casa/relazione in cui veniamo accolti.

Cari sposi, quante sono le relazioni che ci hanno accolto? Ci sono tanti colleghi di lavoro, vicini di casa, che aspettano l’annuncio della salvezza di Gesù attraverso di noi. Certo, non crediate che abbiano in giardino i cartelli “Aspettiamo evangelizzatori di Gesù” a lato di quello “Attenti al cane“. Quando i nostri vicini bussano alla nostra porta chiedendoci “Mi presti lo zucchero?”, è lì che entriamo in gioco come evangelizzatori. Perché con la scusa dello zucchero arriva una parola di bontà, una parola che lenisce una ferita del cuore, che cura la tristezza di un lutto, che rianima un cuore sfiduciato.




Leggi anche:
Era atea e lesbica, ora apre la sua casa a chi vuole incontrare l’abbraccio di Gesù

Cari sposi, insieme allo zucchero, diamo anche la Parola di Gesù che è più dolce del miele, ed aiuteremo il Signore a sciogliere qualche cuore di ghiaccio, a scalfire qualche muraglia interiore.

Coraggio sposi, insieme ce la possiamo fare di casa in casa, di relazione in relazione. E ricordatevi di tenere sempre lo zucchero in dispensa, non si sa mai!

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA MATRIMONIO CRISTIANO

Tags:
fedematrimoniotestimonianza
Top 10
See More