Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 27 Febbraio |
San Gabriele dell'Addolorata
home iconSpiritualità
line break icon

Una luce e poi gli angeli. Così 3 famosi santi hanno ricevuto le stimmate

Public Domain via Wikimedia Public Domain via Wikimedia Facebook Fans of Imane Katolik - https://www.facebook.com/Katolisisme/posts/santa-lidwina-perawan-pelindung-orang-orang-sakithari-ini-14-april-gereja-memper/911357598887720/

don Marcello Stanzione - pubblicato il 09/02/21

Ecco cosa è accaduto a San Francesco, Santa Teresa d’Avila e Santa Liduina d’Olanda, secondo la ricostruzione dei biografi, quando hanno ricevuto le ferite di Gesù Cristo

Non tutti sanno che alcuni famosi santi hanno ricevuto le stimmate tramite gli angeli. Cosa sono le stimmate? Sono ferite che sembrano identiche a quelle per le quali Gesù ebbe a soffrire durante la sua crocifissione. Rassomigliano alle ferite dei chiodi nelle mani e nei piedi, come pure ad una ferita al alto dove Gesù fu colpito con una lancia. Quantunque vi siano stati qualcosa come trecento stigmatizzati, con larga maggioranza di donne, la Chiesa non ha mai pubblicato una dichiarazione scientifica su questo fenomeno di carattere spirituale.

Tuttavia vite e scritti di questi santi rivelano un alto grado di santità e di unione con il nostro Signore e Salvatore che vive la sua Passione. Chi porta veramente le ferite di Cristo non cerca il dolore di per sé. Ma, quando comprende che sta soffrendo con Cristo per la salvezza dei membri della sua Chiesa, lo accetta con gioia. Affida al Signore il come ed il perché relativi a tutti i meriti che la sua sofferenza può guadagnare.

1) San Francesco

São Francisco de Assis prega aos passarinhos - Giotto
Ambrogio Bondone (Giotto) - Domínio Público

Nel 1224, quaranta giorni prima della festa dell’Arcangelo Michele (che cade il 29 settembre), Francesco incominciò un digiuno in suoi onore. Ma circa due settimane prima della festa di Michele, nel giorno della santa Croce, ricevette le stimmate. Era stato fuori, in piedi per tutta la notte, pregando; solo Frate Leone era con lui.

Questi affermò di aver visto un globo di fuoco cadere sul volto di Francesco che era levato al cielo, e poi ritornarsene si di nuovo. (La gente del posto raccontò poi che l’intera regione era stata improvvisamente illuminata nel tempo che precede l’alba, come se già fosse sorto il sole). Quanto a Francesco, si narra che si trattasse di un angelo particolare sceso di colpo per lasciare il segno dei chiodi, come pure quello della ferita prodotta dalla lancia sul santo che stava in contemplazione fuori della grotta.




Leggi anche:
10 mistiche che hanno ricevuto le stimmate di Cristo

I più vicini a Dio

Si dice che abbia provato dolori acutissimi alle mani, ai piedi e al costato, a destra. Secondo la descrizione di Francesco, non si trattò dell’angelo custode, ma di un serafino con sei ali di fuoco, come descritto da Isaia (6,2). La Scrittura considera i serafini come i più vicini a Dio ed in continua adorazione. Questa esperienza mistica non si può giudicare oggettivamente.

Presenta però particolari caratteri di verità, dal momento che vi sono parecchie varianti in tali racconti. In questo caso, però, essa è sembrata sufficientemente credibile alle autorità della Chiesa, dal momento che hanno approvato una festa il 17 settembre in onore delle stimmate di san Francesco.




Leggi anche:
Gli angeli custodi di san Francesco d’Assisi

2) Santa Teresa d’Avila

Sainte Thérèse d'Avila
Public domain

Santa Teresa d’Avila ricevette le stimmate da un angelo. Il suo racconto sarebbe però potuto sembrare strano, se lei non si fosse dimostrata così equilibrata e pratica.

Nella sua autobiografia (scritta per ubbidienza) ci parla del suo mistico matrimonio con Cristo come del punto più alto della sua vita:

“(Questo angelo) non era grande, ma piccolo e molto bello; all’ardore del volto pareva uno di quegli spiriti sublimi che sembra si consumino tutti in amore…Teneva in mano un lungo dardo d’oro, sulla cui cima di ferro sembrava avere un po’ di fuoco. Pareva che me lo configgesse a più riprese nel cuore, cacciandomelo dentro fino alle viscere, che poi mi sembrava strappare fuori quando ritirava il dardo, lasciandomi avvolta in una fornace di amore”.


TERESA OF AVILA

Leggi anche:
Santa Teresa d’Avila ha visto il “Trono Divino”. Intorno ad esso una “moltitudine di angeli”

Come una persona rapita

Il dolore che sentì nell’anima si diffuse nel corpo, ma era accompagnato anche da una grande gioia. Secondo la sua descrizione, Teresa era come una persona rapita. Non aveva alcun desiderio di vedere o di parlare. Ma soltanto quello di essere totalmente consumata da quel misto di gioia e di dolore derivante dall’essere completamente unita al Signore. Sottomise ogni cosa al suo confessore e al giudizio della Chiesa.


FRANCIS HOULE HANDS

Leggi anche:
Come giustificano le stimmate gli psicologi e i medici razionalisti?

3) Santa Liduina d’Olanda

Public Domain

Liduina d’Olanda è un’altra persona che ha avuto il dono delle stimmate annunciate dagli angeli. Ella fu quella che si potrebbe definire una professionista del patire. Aveva talmente tante cose che andavano male, che sarebbe difficile enumerare le sue sofferenze, non ultima di esse era una apparenza brutta che rispecchiava il suo dolore.

Poi, per breve tempo, “Iddio consolò Liduina venendo a lei in tale potenza che ogni suo dolore scomparve”, come scrive Ronda De Sola Chervin. “Un angelo cancellò le sue ferite così che si presentò come una giovane in buona salute”.




Leggi anche:
Cosa sono le “stimmate invisibili”? Una mistica sarda le pativa

L’ostia bianca sul petto

Fu allora, dopo una visione di Maria e degli angeli e quindi di Gesù Crocifisso, che ricevette le stimmate. Le ferite alle mani, ai piedi e al cuore erano, però, un po’ coperte perché lei non voleva che la gente le vedesse. Ma poco tempo dopo ritornarono a Liduina le sofferenze di prima. Scomparve anche quella bellezza che l’angelo le aveva donato, e le rimase solo il segno di un’ostia bianca sul petto, quale prova della sua visita.




Leggi anche:
Viaggi ed estasi di santa Liduina con l’angelo custode

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
4
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
5
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
6
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni