Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 26 Febbraio |
Santi Luigi Versiglia e Callisto Caravario
home iconSpiritualità
line break icon

Gesù salva toccando

JESUS,HANDS,HEAVEN

Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 09/02/21

Dio fatto uomo prende la mano di chi soffre, rialza il malato e lo cura. Si avvicina, tocca, solleva

Oggi mi addentro nella vita quotidiana di Gesù. Si potrebbero girare tanti film raccontando quei momenti apparentemente poco importanti che passano quasi inosservati.

Momenti dimenticati dagli evangelisti. Momenti di cielo sulla terra, che cambiano tutto anche se sembrano non cambiare niente. Marco raccoglie uno di quei giorni apparentemente senza importanza:

“In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva”.

Gesù e i Suoi discepoli più vicini escono dalla sinagoga in cui ha predicato. Vogliono riposare, ed entrano in casa di Simone. Sua suocera, già anziana, è malata, con la febbre. Gesù si avvicina a lei e semplicemente la cura. Lei, allora, si alza, ha ormai le forze sufficienti per mettersi a servire con gioia.

Sembra qualcosa di poco importante nella vita di Gesù e dei Suoi discepoli. Un aneddoto irrilevante. Perché allora Marco lo raccoglie? Mi diranno che a questo evangelista piaceva raccontare i dettagli, ed è così.

Marco raccontava quello che sentiva dalle labbra di Pietro, e quel fatto ha segnato profondamente il suo cuore. Ha guarito la suocera di Pietro da una malattia non tanto grave. Era una cosa quotidiana. E poi la vita è andata avanti.

Gesù ha vissuto tanti giorni poco trascendenti ma pieni di vita. Pieni di momenti come quello su cui medito oggi. Pieni di incontri, di riposo, di guarigioni che non sono grandi miracoli che meritano di essere narrati. Quante piccole cose non sono state raccontate!

Coinvolgersi

Gesù si avvicina a chi soffre. È quello che fa sempre nella vita. Si avvicina a me. Non mi cura da lontano. La cosa abituale è avvicinarsi a chi sta soffrendo. A chi ha una malattia o è perduto in mezzo alla vita.

patient
Di Lighthunter|Shutterstock

Egli non cura da lontano, e questo mi commuove sempre. Voglio farlo anch’io. Non voglio rimanere lontano da chi soffre. Non voglio passare da lontano e gridare una benedizione, come per non macchiarmi.

Ora le distanze brevi sono proibite per paura del contagio, per salvare la salute dei più vulnerabili. Non voglio abituarmi a curare da lontano, a distanza, attraverso le reti sociali, Internet. Guarigioni d’ufficio, attraverso lo schermo.

Questa è una parte della mia vita, ma poi tutto tornerà ad essere diverso. Per questo è bene ricordare come cura Gesù. Prendendo la mano del malato. Alzando chi è caduto o soffre. Così fa con me, e così vuole che faccia io.

Gesù si coinvolge con chi soffre, con chi ha bisogno di aiuto. Non resta al margine aspettando che tutto si risolva senza fare niente.

  • 1
  • 2
Tags:
gesùsalvezza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
3
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
MUM, HUG, CHILD
Annalisa Teggi
Mamma si suicida insieme al figlio, ma lo salva con l’ultim...
6
FAUSTINA
don Marcello Stanzione
I Cherubini e l’Inferno: le visioni degli angeli di santa Faustin...
7
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni