Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 27 Febbraio |
San Gabriele dell'Addolorata
home iconChiesa
line break icon

La buona Confessione è come radersi o depilarsi: lo dice Sant’Antonio

A&E/ Zach Dilgard

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 03/02/21

Nei Sermoni d'Avvento il santo offre una singolare idea della Riconciliazione "basata" sulla depilazione del corpo

La Confessione come rasatura della barba o addirittura depilazione del corpo: un paragone ardito e fantasioso, che però ha la firma speciale di Sant’Antonio da Padova. 

Il “Sermone della depilazione”

Il santo che il 13 giugno è omaggiato e venerato in tutto il mondo, scatena la sua fantasia teologico-pastorale in uno dei Sermoni d’Avvento, quando parla della Riconciliazione, sacramento che egli sviscera, predica, raccomanda in quasi ogni pagina della sua opera (CantualeAntonianum.com).

PUBLIC DOMAIN

“Peli della coscienza”

Visto il suo punto di partenza biblico, dove si parla di barba, si legge nel Cantuale,Antonio applica il suo esempio all’uomo. Ma evidentemente il richiamo alla bellezza e a rimuovere i “peli della coscienza” ha una grande presa e un effetto attraente anche sul popolo femminile. Dato che è di gran moda la ricerca della bellezza, sia per l’uomo che per la donna.


WOMAN, LEGS, MIRROR

Leggi anche:
Non è poi così superfluo chiedersi se Dio c’entra anche coi peli superflui

La Confessione fa nuovo l’uomo 

«A proposito delle realtà superflue che devono essere recise con la confessione – scrive Sant’Antonio nei Sermoni – Isaia dice: “In quel giorno il Signore, con un rasoio affilato”, o: “preso a nolo”, “raderà, a quelli che sono al di là del fiume, la testa e i peli delle gambe e tutta la barba” (Is 7,20)».

Il rasoio, detto in latino novacula, come facesse nuovo l’uomo, è la confessione, la quale, secondo Sant’Antonio, rinnova lo spirito dell’uomo. 

“Preso a nolo”

Poi, sempre alludendo alla buona Confessione, Sant’Antonio cita Geremia: “Rinnovate (nel senso di dissodate) il terreno incolto e non seminate sopra le spine” (Ger 4,3), perché quando saranno cresciute non soffochino (cf. Lc 8,7) la parola della Confessione.

«Questo rasoio – prosegue Sant’Antonio – è detto “affilato”, o “preso a nolo”: affilato, perché taglia il peccato e le sue circostanze. Preso a nolo, perché il peccatore, nel darsi da fare per la propria salvezza, deve come noleggiarlo con una certa somma,. Che è la devozione e l’umiltà».


Saint Anthony of Padua

Leggi anche:
Preghiera al Bambino Gesù tra le braccia di Sant’Antonio

Inizio e fine della vita

Con questo rasoio, prosegue il santo, «il Signore “rade il capo“, ecc. , a coloro che sono al di là del fiume. Cioè che hanno attraversato il fiume, che hanno cioè ricevuto il battesimo. Nel capo e nei piedi sono indicati l’inizio e la fine della vita, nella barba l’intrepidezza nel fare il bene».

Radere la barba

Con la lama tagliente di una vera Confessione, conclude Sant’Antonio, «il Signore rade nel penitente i vizi, raffigurati nei peli, dall’inizio della sua conversione fino alla conclusione della sua vita. Rade anche tutta la barba, perché il penitente non confidi in alcuna delle opere buone che ha fatto, come se le avesse fatte lui. Dobbiamo infatti confidare solo in colui che ha fatto noi, e non in quello che noi abbiamo fatto».


PRIEST, CONFESSION, MAN

Leggi anche:
Come sapere se abbiamo fatto una buona confessione?


CONFESSION

Leggi anche:
Chi non crede nella Confessione commette peccato?


CONFESSION

Leggi anche:
“Da quanto non ti confessi?”. “6 o 7 anni”. Quella confessione fu l’inizio di una nuova speranza

Tags:
confessionesant'antonio da padova
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
4
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
5
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
6
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni